Quarantena: bambini più a rischio di incidenti?

In questo periodo sono in aumento gli incidenti in casa per i bambini: ecco cosa spiega l’esperto e come proteggere l’incolumità dei piccoli.

incidenti domestici

Durante questo periodo di quarantena sono in significativo aumento i casi di incidenti domestici per i bambini. A renderlo noto è stato il pediatra di Milano Italo Farnetani, che in un’intervista rilasciata all'Adnkronos Salute ha spiegato che gli ospedali segnalano un incremento degli incidenti in cui sono coinvolti i bambini, soprattutto quelli al di sotto dei sei anni di età.

Nel 75% dei casi la causa sono i liquidi bollenti, il fuoco nel 15% dei casi, oggetti roventi nel 10%.

L’esperto spiega che i liquidi bollenti sono particolarmente rischiosi perché anche solo il liquido contenuto in una tazzina da caffè può arrivare a ustionare il 30% della superficie corporea. Ma come fare a evitare che possano verificarsi tali incidenti? In primo luogo, è fondamentale che i genitori prestino la massima attenzione in casa.

Ecco dunque quali sono i consigli dell’esperto per proteggere l’incolumità dei bambini.


Incidenti domestici: le regole per proteggere i bambini


Se avete un bambino in casa, bisognerà prestare particolare attenzione a vari aspetti e dettagli apparentemente insignificanti ma che in realtà sono davvero molto importanti. Ecco di quali si tratta:


  1. Il forno e i piani cottura: i bambini possono ustionarsi toccando lo sportello esterno del forno o i fornelli. Prestate molta attenzione se il vostro bambino è in cucina, e quando cucinate preferite i fornelli posteriori e posizionate i manici delle pentole verso l’interno.

  2. Fare attenzione ai liquidi caldi, che non devono mai essere tenuti sul bordo dei ripiani, ma sempre a debita distanza dai bambini.

  3. Anche l’acqua calda che esce dai rubinetti non va sottovalutata, poiché potrebbe raggiungere temperature molto elevate che potrebbero rischiare di ustionare il bambino.

  4. Tenere coltelli, forchette e posate lontano dalla portata dei bambini, e lo stesso vale per il ferro da stiro, e naturalmente anche per i detersivi, i sacchetti in plastica e i medicinali, che andranno conservati in luoghi non accessibili ai piccoli.

  5. Infine, evitate di lasciare gli elettrodomestici attaccati alla spina e incustoditi, perché – come spiega l’esperto - “si potrebbe verificare una folgorazione”.


via | AdnKronos
Foto di Giulia Marotta da Pixabay

  • shares
  • Mail