Covid-19: gli psicologi a disposizione dei cittadini

In piena emergenza Covid-19 anche gli psicologi scendono in campo per offrire sostegno gratuito a tutti i cittadini.

Covid-19 #psicologionline

L’emergenza Coronavirus in Italia non accenna a placarsi, ne a rallentare, i malati sono tantissimi e anche le persone che purtroppo muoiono in ospedale. La quarantena in casa, il non poter uscire e la preoccupazione costante mettono a dura prova la nostra salute mentale ed è normale avere paura e non riuscire a controllare le emozioni. Di fronte a una pandemia di questa entità anche il Consiglio Nazionale Ordine Psicologi (Cnop) scende in campo per aiutare le persone che sentono di aver bisogno di un supporto e di fare ordine tra i pensieri che affollano la mente.

Partono quindi le campagne #psicologicontrolapaura e #psicologionline che offrono aiuto e supporto a tutti i cittadini. Basta andare sul sito del CNOP (psy.it) dove c’è un motore di ricerca che permette di scegliere la regione e la provincia e avere una panoramica di tutti gli psicologi e gli psicoterapeuti disponibili per teleconsulti gratuiti. Ci sono i recapiti, i nomi dei professionisti e gli orari in cui è possibile sentirsi. Un servizio utile che può davvero aiutare un periodo negativo, un lutto o il non riuscire più a rapportarsi con gli altri per la paura del contagio.

Sul sito è disponibile anche un vademecum psicologico sul coronavirus, per riuscire a controllare le paure, l’ansia e per dare a questa epidemia Covid-19 la giusta dimensione, senza sopravvalutarla o sottovalutarla.

Il Presidente del Cnop, David Lazzari, ha spiegato:

“L’emergenza sanitaria da coronavirus è sempre più anche un’emergenza psicologica e c’è bisogno di supporto per tantissime situazioni. Perché prima si agisce e meno problemi ci saranno in seguito. La Professione psicologica è al fianco della popolazione italiana e dà un forte segnale di disponibilità al Paese in questo momento drammatico. Queste iniziative sono complementari con la funzione essenziale degli Psicologi dell’emergenza nell’ambito della Protezione Civile e quelli del servizio sanitario nazionale. Anzi è fondamentale che la rete psicologica pubblica del SSN - oggi in difficoltà a fronte di questa inedita emergenza - sia potenziata utilizzando i recenti decreti che lo consentono. Il pubblico non può abdicare alla sua funzione di fronte a questa sfida: servono medici ed infermieri ma anche psicologi negli ospedali, anche per il supporto agli operatori”.

David Lazzari

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail