Unghie rigate verticalmente, cause e rimedi

Cause e rimedi delle unghie rigate verticalmente, cosa fare e chi consultare per risolvere questo inestetismo.

Unghie rigate verticalmente

Le unghie rigate verticalmente sono un problema abbastanza comune e che non deve preoccupare, se le righe compaiono improvvisamente e senza cause apparenti è meglio approfondire e chiedere un parere al medico di famiglia. Le unghie sono parte integrante del nostro corpo e possono darci delle indicazioni sul nostro stato di salute, spesso le alterazioni sono dovute a carenze o preferenze alimentari ma è sempre bene prestare attenzione e magari consultare un dermatologo.

La composizione delle unghie è formata da cheratina, aminoacidi, grassi, zuccheri, minerali e vitamine, quindi una carenza di questi componenti può provocare un’alterazione. Le principali cause delle righe verticali unghie sono tre: carenze alimentari o vitaminiche, presenza di funghi o psoriasi ungueale. Le striature, verticali o orizzontali, possono comparire anche in seguito a impatti molto forti, nei casi più gravi l’unghia può anche diventare nera e staccarsi.

Tra le carenze alimentari invece c’è l’anemia e quindi la mancanza di ferro, si può provare a regolare l’alimentazione oppure optare per le pillole, sempre dopo aver consultato il medico e fatto le analisi al sangue. Le striature orizzontali possono essere causate da una mancanza di vitamina A, di vitamina B o di calcio, anche in questo caso conviene approfondire con degli esami del sangue specifici.

Le unghie possono rovinarsi anche a causa degli smalti permanenti e semipermanenti e soprattutto per le sostanze aggressive che si utilizzano per rimuovere questi prodotti. Potete utilizzare questi smalti per qualche mese e poi optare per quelli tradizionali oppure per quelli rinforzanti.

Se le unghie sono fragili e rovinate un motivo c’è sempre quindi è bene indagare e capire la causa. Potete chiedere al dermatologo che analizzerà con voi le vostre abitudini alimentari, gli smalti o altri prodotti che utilizzate fino a trovare una soluzione.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail