Coronavirus, le pillole anti panico dell'Istituto Superiore di Sanità

Il Coronavirus sta scatenando paure inaspettate negli italiani, ma come fare a combattere tali timori? Ecco i consigli dell’Istituto Superiore della Sanità.

Coronavirus paura

Aggiornamenti in tempo reale sull'epidemia di Coronavirus in Italia.

La paura del Coronavirus sta facendo nascere negli italiani, così come nei cittadini degli altri Paesi, tante paure inaspettate. Oltre alla paura nei confronti dello straniero, che – è importante ricordarlo – è assolutamente insensata, la diffusione della malattia e la conseguente quarantena applicata ad alcune zone in cui si sono presentati diversi contagi, sta portando le persone a temere di rimanere senza cibo o senza igienizzante per le mani.

Ma come fare ad affrontare queste paure? In primo luogo mettendo una buona dose di buonsenso in tutto ciò che facciamo e diciamo.

Paura di restare senza cibo o igienizzante per le mani


Come spiega l'Istituto Superiore di Sanità, non corriamo il rischio di rimanere senza cibo, quindi non è necessario in alcun modo saccheggiare i supermercati, magari rischiando di lasciare senza beni di prima necessità (come la carta igienica ad esempio) delle persone che ne hanno realmente bisogno.

Gli esercizi commerciali, nelle zone che attualmente non sono sede di focolai epidemici, restano aperti e garantiscono il rifornimento di tutti i prodotti, non soltanto quelli di prima necessità

assicura l’ISS, che aggiunge che anche la paura di rimanere senza prodotti per l’igiene delle mani è al momento infondata. Va infatti ricordato che il lavaggio con acqua e sapone (naturalmente se ben effettuato), vi permetterà di ottenere una perfetta igiene anche nei confronti del virus.

Qualora voleste approfittare della comodità di un gel o di una soluzione per l’igiene delle mani a base idroalcolica da portare con voi e da usare in qualunque situazione, segnaliamo che questi prodotti possono essere preparati anche da alcune farmacie come prodotti galenici provvisti di apposita etichetta. Suggeriamo di scegliere quelli con una percentuale di alcol pari ad almeno il 60%.

Paura dei propri animali domestici


Per finire, gli esperti ribadiscono che, anche se si pensa che la diffusione del virus possa essere stata scatenata da “un serbatoio animale”, il contagio avviene in realtà da persona a persona, quindi non bisogna avere paura di essere contagiati dagli animali:

E’ comunque una buona regola igienica, per proteggersi da altri patogeni più comuni, lavarsi le mani con acqua e sapone dopo avere accudito gli animali.

via | Iss

Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail