Asma nei bambini: la colpa è anche dei detersivi?

Asma nei bambini: fra le cause potrebbero esservi anche i detersivi usati in casa.

detersivi

Alcuni comuni prodotti per la pulizia della casa potrebbero aumentare il rischio di asma nei bambini. A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato sulla rivista Canadian Medical Association Journal, i cui autori spiegano che i bambini piccoli (dalla nascita ai tre mesi di età) che vivono in case in cui vengono usati frequentemente prodotti per la pulizia corrono maggiori rischi di sviluppare l’asma infantile entro i tre anni.

La maggior parte delle prove disponibili che collegano l'asma all'uso di prodotti per la pulizia provengono dalle ricerche condotte sugli adulti. Il nostro studio ha esaminato i bambini, che in genere trascorrono l'80-90% del loro tempo in ambienti chiusi e sono particolarmente vulnerabili alle esposizioni chimiche, attraverso i polmoni e la pelle, a causa delle loro più alte frequenze respiratorie e del contatto regolare con le superfici domestiche.

Usi troppi detersivi? Ecco quali rischi corre tuo figlio


Dallo studio è emerso che i bambini di tre anni di età che vivevano in case in cui venivano utilizzati prodotti per la pulizia con un’elevata frequenza avevano maggiori probabilità di soffrire di condizioni come:


  • Respiro sibilante, con una percentuale del 10,8%, rispetto al 7,7% dei neonati che vivevano in case in cui vi era uno scarso utilizzo di tali prodotti

  • Respiro sibilante ricorrente con atopia (ovvero la predisposizione ereditaria alle malattie allergiche): 3,0% contro l'1,5% dei neonati che vivevano in case in cui non venivano usati questi prodotti.

  • Asma: 7,9% contro il 4,8% dei bambini che non venivano esposti a questi prodotti per la pulizia.


Secondo gli autori dello studio, i prodotti chimici contenuti nei prodotti per la pulizia potrebbero danneggiare le cellule che rivestono il tratto respiratorio dei bambini. Dalla ricerca è anche emerso che, all’età di tre anni, il rapporto tra esposizione ai prodotti e problemi respiratori sarebbe molto più forte per le bambine rispetto che nei bambini.

Quali sono i detersivi da evitare?


Secondo gli autori, ad aumentare il rischio di respiro sibilante e asma sarebbero stati in particolar modo prodotti come deodoranti liquidi o solidi, spray per spolverare, disinfettanti antimicrobici per le mani e detergenti per il forno.

Potrebbe essere importante per le persone prendere in considerazione l’idea di eliminare i prodotti profumati per la pulizia quotidiana della propria casa. Crediamo che una casa sana non dovrebbe avere alcun odore. I primi mesi di vita sono fondamentali per lo sviluppo del sistema immunitario e respiratorio di un bambino. Identificando le esposizioni pericolose durante l'infanzia, possono essere prese delle misure preventive per ridurre potenzialmente l'asma infantile e il conseguente rischio di allergie.

via | ScienceDaily
Foto da Pixabay

  • shares
  • Mail