Carruba, proprietà terapeutiche e controindicazioni

Tutto quello che c'è da sapere sulla carruba, frutto dalle diverse proprietà e dai numerosi benefici per la salute

Carruba, proprietà terapeutiche e controindicazioni

Alzi la mano chi, almeno una volta, non abbia assaggiato le famose caramelle: la carruba, frutto il cui sapore ricorda vagamente quello del cioccolato, è caratterizzata da proprietà e valori nutrizionali da non sottovalutare. Entrambe valide motivazioni per incentivarci al consumo.

Frutto della Ceratonia, albero sempreverde proveniente dall'Arabia, si presenta come un legume il cui baccello, inizialmente verde, diventa marrone scuro giunto a completa maturazione.


Valori nutrizionali della carruba


Ricca di vitamine (specie B2), di minerali e di fibre, la carruba costituisce un alimento altamente saziante e perfetto per soddisfare la voglia di dolce ma senza compromettere il proprio benessere. 100 gr di carrube contengono all'incirca 220 calorie.

Per alcuni rappresenta una valida sostituta del cioccolato e, per tale motivo, si può gustare (seppur con moderazione) anche durante le diete dimagranti. Priva di glutine, è indicata per chi soffre di celiachia.

Tra i prodotti che se ne ricavano c'è la farina di carruba, che si presta a diverse ricette più o meno particolari ed è apprezzata per la sua azione addensante (specie nei gelati).

Le proprietà terapeutiche della carruba


Molteplici sono anche le sue proprietà terapeutiche:  la carruba è antitumorale. I tannini in essa contenuti svolgono attività anti-proliferative nei confronti delle cellule malate. Ancora, apporta benefici al benessere dello stomaco: combatte la diarrea e riduce i sintomi del colon irritabile.

Le carrube aiutano a ridurre i livelli di colesterolo cattivo nel sangue e, infine, sono efficaci nell'ambito di numerose malattie cardiovascolari.


Carruba e diabete


E' vero che le carrube fanno bene ai diabetici? Ebbene sì, grazie all'importante contenuto di fibre ma, soprattutto, al loro basso indice glicemico.

Ciò fa sì che le carrube costituiscano un alimento che può essere consumato tranquillamente da chi sia affetto da diabete.

Carruba, le controindicazioni


Non ci sono particolari controindicazioni legate al consumo della carruba. Nel caso in cui si soffra di stitichezza, magari, è bene evitare di utilizzare la relativa farina la quale, grazie alla sua elevata capacità di assorbire liquidi, potrebbe accentuare il problema.

La polpa fresca della carruba, di contro, può provocare un blando effetto lassativo.

  • shares
  • Mail