Cannabis terapeutica in Italia, gratis in Sicilia

La cannabis terapeutica arriva finalmente in Italia e precisamente in Sicilia, dove sarà distribuita gratuitamente ai pazienti affetti da dolore cronico e neuropatico e da spasticità da sclerosi multipla.

Cannabis terapeutica in Italia

La cannabis terapeutica arriva in Sicilia e sarà gratis per i pazienti che combattono contro alcune patologie croniche e invalidanti. Una riforma voluta fortemente da alcune associazioni, tra cui Bister di Catania ed "Esistono i diritti" di Palermo, e anche dall'assessore alla Sanità Ruggero Razza. Il potere terapeutico della cannabis è stato provato ed è una tecnica accreditata per ridurre e controllare alcuni disturbi, da qui la decisione di legalizzarla in ambito medico.

Per avere la cannabis ci si dovrà rivolgere alle strutture sanitarie pubbliche, questo farmaco sarà distribuito gratuitamente alle persone affette da dolore cronico e neuropatico e da spasticità da sclerosi multipla. Si dovranno fare delle visite per accertarne l’idoneità. Le viste saranno in ospedale e eseguite prevalentemente da specialisti di anestesia e rianimazione, neurologia e dei centri di terapia del dolore.

La prescrizione della cannabis avrà una durata massima di sei mesi e dopo, eventualmente, si dovrà ricominciare il ciclo della richiesta. La cannabis verrà distribuita tramite le farmacie ospedaliere, ma dato che in Sicilia non ci sono ancora è stata prevista una convenzione con dei privati. Le farmacie private autorizzare a produrre questo tipo di prodotto si trovano a Catania, Agrigento, Palermo, Ragusa e Siracusa e si sono già messe a disposizione degli ospedali.

Giuseppe Brancatelli di Bister ha dichiarato:

“Ringraziamo l'assessore Razza per la sensibilità dimostrata e per il decreto appena firmato, è un risultato importante, come associazioni continueremo la nostra azione affinché sia allargata la platea di patologie per la somministrazione gratuita del farmaco".

Giuseppe Brancatelli

Speriamo che la cannabis terapeutica venga distribuita nella maniera corretta e che possa portare sollievo a chi soffre e fa i conti ogni giorno con patologie dolorose e fastidiose.

via | ansa

  • shares
  • Mail