Resveratrolo: gli alimenti dove si trova e perché assumere questo antiossidante

Si chiama resveratrolo ed è uno degli antiossidanti più importanti per la nostra salute e bellezza

Resveratrolo alimenti bevande

Ha un nome difficile da pronunciare, ma in compenso ha molte virtù dalla sua parte. Stiamo parlando del resveratrolo, un composto dalle proprietà antiossidanti, su cui da anni si concentrano studi e ricerche scientifiche. Perché, diciamolo, questo fenolo sembra proprio avere una marcia in più degli altri.

Come detto, sono molti gli studi medici che si sono concentrati sulle doti del resveratrolo, a cui sono stati attribuiti poteri antitumorali (soprattutto di protezione contro il cancro ai polmoni e all'intestino), di protezione dalle malattie degenerative come il morbo di Alzheimer, fino ad arrivare alle ricerche più recenti che lo vedono contrastare in modo efficace l'infiammazione del corpo.

Dall'altra parte va detto anche che dosi eccessive di resveratrolo si sono dimostrate dannose a livello di sistema cardiocircolatorio (lo studio è stato pubblicato nel giugno 2013 sul Journal of Physiology), ma in quel caso i volontari avevano assunto il fenolo tramite integratori e non per vie naturali.

Il modo più sicuro per assumere il resveratrolo resta il cibo, dove i milligrammi di questo fenolo non superano la soglia di guardia. Gli alimenti dove si trova il resveratrolo sono principalmente i frutti dal colore rosso o viola, ma questo composto è presente anche in altri prodotti.

L'uva rossa e il suo succo sono senza dubbio la prima fonte di resveratrolo, ma anche il cioccolato fondente ne è ricco e in quest'ultimo caso non mancano anche i flavonoidi. A seguire non possiamo non citare i mirtilli, insieme ad altre bacche come ribes e lingonberries, ma anche le more di gelso.

Una discreta quantità di resveratrolo la possiamo trovare anche in alcuni tipi di frutta secca, soprattutto arachidi e pistacchi. Una parentesi a parte la merita il vino rosso, ricchissimo di resveratrolo, ma anche di etanolo. Il che significa che i benefici sono annichiliti dai potenziali problemi dati dall'alcol.

Allora meglio una cioccolata calda con cacao amaro, che è anche ricco di magnesio e ferro e ha anche meno grassi e zuccheri della classica tavoletta.

Foto | iStock

  • shares
  • Mail