Burro nel caffè per dimagrire: è davvero una buona idea?

Burro nel caffè per dimagrire: è davvero una buona idea?

Burro nel caffè per dimagrire: la “nuova” moda che ci lascia perplessi.

Per dimagrire sciogliereste mai del burro nel vostro caffè? A prima vista sembrerebbe un controsenso, ma a quanto pare c’è chi ritiene che questo ingrediente noto per non essere esattamente “dietetico”, possa aiutare a dimagrire.

In realtà il burro viene abbinato a una serie di altri ingredienti usati per preparare il cosiddetto ‘Bulletproof coffee‘ (caffè antiproiettile), una ricetta che secondo molti aiuterebbe a dimagrire.

Il termine Bulletproof Coffee indica un particolare caffè preparato con degli specifici ingredienti. Sembra che la ricetta originale del Bulletproof Coffee arrivi direttamente dal Tibet, dove la popolazione locale prepara un tè al burro di yak chiamato Bò Cha che sarebbe in grado di dare energie e migliorare la concentrazione. Ebbene, da qui è nata l’idea di importare in Italia e in tutto il mondo questo tipo di caffè.

Come si prepara il Bulletproof Coffee?

Gli ingredienti alla base di questa bevanda sono una tazza doppia di caffè espresso (ottenuto da chicchi provenienti da un’unica piantagione, tostati a bassa temperatura e coltivati biologicamente), un cucchiaio di olio di cocco o di olio Mct (Medium Chain Triglycerides – acidi grassi a catena media), un cucchiaio di burro biologico non salato e chiarificato, proveniente da mucche allevate a pascolo che mangiano solo erba. Questi ingredienti dovrebbero essere mescolati insieme in un frullatore per una manciata di secondi, e la bevanda ottenuta dovrebbe essere bevuta a colazione. L’effetto dovrebbe essere quello di ridurre gli attacchi di fame nel corso della mattinata, e favorire quindi un dimagrimento.

Il Bulletproof Coffee funziona davvero?

Ma dopo aver scoperto qual è la ricetta del Bulletproof Coffee, non possiamo che domandarci se questa bevanda funzioni davvero per far perdere peso. A rispondere alla domanda è il sito Dottoremaeveroche, creato dalla Federazione nazionale degli Ordini dei medici chirurghi e odontoiatri (Fnomceo) per sfatare le fake news. A tal proposito, Giacinto Miggiano, direttore dell’Unità di Nutrizione clinica del Policlinico Gemelli Irccs di Roma, spiega:

E’ tutta una costruzione basata su fake news. Siccome non è facile prepararlo a casa, ti costringono a comprare un prodotto a marchio registrato.

L’esperto aggiunge che di certo non si tratta di un rimedio salutare, dal momento che contiene il 60% di grassi saturi. Inoltre si tratta evidentemente di una “colazione” squilibrata (basti notare che non vi è la presenza di vitamine e minerali per tutto l’arco della mattinata).

Insomma, possiamo convenire che si tratta di una bevanda particolarmente ricca di acidi grassi saturi, che in realtà dovrebbero essere assunti con moderazione, in quanto dannosi per la salute.

Infatti, insieme ad alti livelli di colesterolo, una dieta ricca di acidi grassi saturi aumenta l’incidenza di alcune malattie cardiovascolari, soprattutto la cardiopatia ischemica e di conseguenza l’angina pectoris, l’infarto miocardico e l’ictus.

A quanto pare bere caffè e burro a colazione non sembra essere proprio una buona idea, non trovate?

via | AdnKronos
Foto di Aline Ponce da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog