Quali sono i sintomi dell'otite e come curarla con i rimedi naturali


L'otite è un'infiammazione dell'orecchio che si manifesta essenzialmente con la comparsa di un dolore acuto all'orecchio. Di solito il dolore non è immediato, inizialmente infatti si avverte solo un leggero fastidio che aumenta in intensità fino a sfociare in fitte insopportabili nell'arco di un paio di giorni. Nella maggior parte dei casi il dolore interessa soltanto un orecchio ed aumenta se si tocca o si tira l'orecchio.

Altri sintomi dell'otite sono prurito, arrossamento della parte esterna dell'orecchio, gonfiore, un fastidioso ronzio (detto tinnito), vertigini, mal di testa, in alcuni casi compare anche del liquido giallo e maleodorante e nei casi più gravi ci possono essere difficoltà di udito.

In caso di otite è sempre consigliabile visitare un medico o il pediatra se a soffrirne è un bambino. I rimedi naturali per curare l'otite sono per lo più di natura preventiva, evitano conseguenze più gravi e l'acuirsi del dolore. Innanzitutto bisogna tenere l'orecchio al caldo, ad esempio applicandoci sopra un asciugamano pulito, non farci entrare dell'acqua ed evitare traumi. Inoltre non bisogna tentare di pulire l'orecchio quando si avverte fastidio, solo un medico può farlo correttamente senza rischiare di causare ulteriori danni.

Alle volte può essere utile assumere un antidolorifico come l'aspirina o l'ibuprofene, ma non somministrate farmaci ai bambini sotto i 14 anni senza aver consultato il pediatra. Le gocce per le orecchie non sempre sono efficaci, dunque chiedere prima al medico se è il caso di utilizzarle. Non assumere alcun antivirale o antibiotico prima di aver consultato il medico perché prima di tutto bisogna identificare la causa dell'otite. Alcuni rimedi naturali per alleviare i sintomi dell'otite prevedono l'utilizzo di due o tre gocce di olio di eucalipto e lavanda. Dopo averle versate bisogna coprire l'orecchio con un panno asciutto. E ancora: qualche goccia di succo d'aglio, di olio essenziale di Melaeuca o di olio di Verbasco. L'olio deve essere caldo ma mai bollente.

Via | Emedicinehealth; Aafp; Ecochildsplay
Foto | Flickr

  • shares
  • Mail