Le foto della vitiligine per riconoscerla e trattarla nel modo giusto

Vitiligine con mani nere

Come riconoscere la vitiligine? Questa malattia della pelle non contagiosa è molto evidente e si manifesta con la comparsa sulla cute di chiazze dove il colore non compare, chiazze non pigmentate, per l'assenza totale di melanina, contenuta nei melanociti.

La malattia, con tutta probabilità ereditaria che non può essere in alcun modo trasmessa tramite contagio, colpisce ogni parte del corpo: è molto frequente sul volto e sugli arti superiori, come mani e braccia, ma si manifesta anche su piedi e gambe.

Come riconoscere la vitiligine

Vitiligine con mani nereVitiligine sui piediVitiligine sulle bracciaVitiligine sulle maniVitiligine sul volto

Le chiazze di pelle senza melanina sono diffuse in ogni parte del corpo, non in maniera netta, ma asimmetrica. La pelle colpita, solitamente bianca e con confini decisamente netti, non ha alcun problema, a parte nelle zone nelle quali crescono i peli. Si possono verificare, infatti, cadute e diradamento.

Il prurito può essere uno dei sintomi legati alla vitiligine: altri problemi di salute non sono solitamente registrati, ma spesso questo morbo porta con sé disagio a livello psicologico, anche perché i segni sono molto visibili e spesso la scarsa conoscenza della patologia porta a diffidenza da parte delle persone che sono loro vicine. Chi soffre di questa malattia deve fare molta attenzione ai raggi del sole, che potrebbero arrecare gravi danni alla pelle.

Come si cura la vitiligine? Bisogna, ovviamente, intervenire tempestivamente, per evitare che le chiazze bianche si diffondano in tutto il corpo: bisogna bloccarla praticamente sul nascere. Le cure sono a lungo termine e sono differenziate a seconda del clima della città di residenza o della stagione. Solitamente si ricorre all'utilizzo di immunosoppressori come steroidi e tacrolimus.

Voci correlate
Via |Wikipedia Italia e Wikipedia English, TheDoctorsTv, Inerboristeria

  • shares
  • Mail