Olanda: ragazzo muore per aver sniffato un deodorante

In Olanda un ragazzo di diciannove anni è morto per aver sniffato del deodorante.

Deodorante spray

Un ragazzo di diciannove anni è morto in Olanda per aver sniffato un deodorante spray, pratica comune fra coloro che soffrono di dipendenza da sostanze stupefacenti. A spiegare quali sono i rischi di questo tipo di “sballo” sono gli esperti del Maastad Hospital di Rotterdam, i quali hanno fatto sapere che questa pratica causa ben 125 morti l’anno solo negli Stati Uniti.

Nello specifico caso del diciannovenne olandese, il ragazzo era stato in rehab per dipendenza da ketamina e cannabis, ed ha avuto una ricaduta. Quindi si è stordito sniffando del deodorante spray. Alla prima fase di iperattività è seguito poi un arresto cardiaco e un collasso.

A nulla è valso l’intervento dei medici, i quali purtroppo non sono riusciti a rianimarlo. Il ragazzo è morto dopo un breve periodo di coma indotto. Questo non è il primo caso di decesso per aver sniffato un deodorante spray:

La principale sostanza tossica nel deodorante spray è il butano. L'abuso di sostanze volatili è uno degli ultimi metodi noti per raggiungere uno sballo

fanno sapere gli esperti sulle pagine del British Medical Journal, i quali aggiungono che il butano è una sostanza in grado di attraversare facilmente la barriera emato-encefalica. Si tratta di un metodo molto pericoloso. A correre maggiori rischi sono, secondo i medici, i giovanissimi con una storia di tossicodipendenza, che possono fare ricorso a questi prodotti per soddisfare la loro dipendenza da sostanze stupefacenti.

Via | AdnKronos

Foto da iStock

  • shares
  • Mail