Ad Amsterdam nasce il primo supermercato zero plastica con confezioni 100% riciclabili

Amsterdam dà il benvenuto al primo supermercato con confezioni senza plastica e 100% riciclabili

Supermercato zero plastica

Succede ad Amsterdam e si spera che questa best practice superi presto i confini dell'Olanda per colonizzare il resto del globo. Di cosa stiamo parlando? Del primo supermercato con un'intera area zero plastica, una sorta di luogo meraviglioso e amico del pianeta, dove sugli scaffali campeggiano solo confezioni plastic-free e 100% riciclabili.

A prima vista, si potrebbe pensare che il cibo abbia il classico packaging, ma in realtà gli involucri trasparenti che avvolgono gli alimenti sono un biofilm prodotto dalle piante. Quest'ultimo non va ovviamente smistato nei classici bidoni della pattumiera, perché si degrada automaticamente dopo 12 settimane, in un composter.

Il merito di questa piccola rivoluzione va alla catena biologica Ekoplaza, che entro la fine del 2018 aspira a convertire tutti i suoi punti vendita in market con aree plastic free, dove poter acquistare più di 700 prodotti alimentari, interamente confezionati con materiali riciclabili e compostabili, a basso impatto ambientale.

Per arrivare a questo risultato l'azienda, già sensibile sia alla tematica del bio per tutti e dei processi produttivi più eco nel campo dell'industria alimentare, ha avviato una collaborazione con A Plastic Planet, nata nel Regno Unito con l'intento di svegliare l'opinione pubblica sul danno ambientale causato dalla plastica e suggerire valide alternative più green all'uso di questo materiale.

A tal proposito è impietoso l'esito di uno studio, pubblicato a luglio 2017 su Science Advance, in cui si stima che degli 8,3 miliardi di tonnellate di plastica prodotte tra il 1950 e il 2015, 6,3 miliardi sono diventati spazzatura, con solo il 9% di materiali plastici riciclati, mentre il restante 91 è andato a finire in natura, soprattutto negli Oceani.

Sul sito ufficiale di Ekoplaza, a sostegno dell'iniziativa plastic free nel ramo alimentare si legge:

Gli imballaggi di plastica che confezionano cibo e bevande sono utili solo per alcuni giorni, dopo di che hanno un impatto devastante sul nostro pianeta per secoli

Triste ma vero, visto che una bottiglia di plastica impiega dai 100 ai 1000 anni per decomporsi naturalmente. Quindi il progetto olandese è lodevole in se stesso, ma anche per il messaggio che manda. Uno di quelli importanti a sostegno di un mondo più pulito da lasciare alle generazioni future.

Foto | Facebook - Ekoplaza

  • shares
  • Mail