Dieta degli economisti, le meta regole per perdere peso

Come funziona la dieta degli economisti e quali sono i principi su cui si basa?

Happy Woman smiling on weighing scales at home, asian

Perdere peso con la precisione di chi lavora con i numeri potrebbe essere un modo serio e veloce per ottenere dei risultati di tutto rispetto. Per la primavera 2018, la novità si chiama “La dieta degli economisti” e si basa su un sistema preciso di 'meta-regole' in grado di far finalmente sparire i chili di troppo. I padri di questo regime dimagrante sono due economisti Usa Christopher Payne e Robert Barnett, ex obesi che hanno ritrovato la forma proprio in questo modo.

Hanno sfruttato le teorie dell'economista del comportamento Dan Ariely, ovvero l’austerità alimentare. Payne e Barnett sono riusciti a perdere in 18 mesi rispettivamente 35 kg e 25 kg. In che modo? Ecco le 7 regole della dieta degli economisti:


  • Stabilire nuove regole e austere alimentari (es. un dessert a settimana, no bevande zuccherate)
  • Pesarsi tutte le mattine
  • Mai sprecare calorie con cibi che non piacciono
  • Saltare un pasto se nel corso della giornata si fa una cena calorica o si partecipa a una festa in cui si beve e si mangia senza controllo.
  • Contare le calorie e inserirle in una tabella di decrescita
  • Avere pazienza

Gli stessi nutrizionisti sostengono che se la dieta è corretta si perde dall’1 ai 2 chili al mese e i due economisti hanno smaltito 1,5 kg al mese raggiungendo l’obiettivo in un anno e mezzo. È importante perseverare, ma non avere fretta.

Foto: iStock

  • shares
  • Mail