Fare puzzle fa bene alla salute, ecco tutti i benefici

Ecco perchè fare dei puzzle fa bene alla nostra salute!

Spesso associati all’età infantile, i puzzle possono migliorare il benessere e le funzioni cognitive anche nelle persone adulte. Per moltissimo tempo i puzzle hanno rappresentato un utilissimo mezzo di intrattenimento per bambini e adulti, ma ultimamente questi sono stati soppiantati da gadget e giochi tecnologici, da videogame e televisione, da cellulari, tablet, computer e così via. Insomma, ormai sono ben poche le persone che scelgono per un bel puzzle per trascorrere una serata rilassante, e questo è un vero peccato. I puzzle infatti, non rappresentano semplicemente un “passatempo” come un altro. Come nel caso delle parole crociate, anche i puzzle possono migliorare la salute del nostro cervello, tenendo alla larga l’invecchiamento precoce negli adulti, e aiutando i bambini a sviluppare diverse abilità importanti.

La ricerca ha infatti dimostrato che fare puzzle aiuta i bambini a sviluppare meglio le loro abilità spaziali. Quando si crea un puzzle, entrambe le parti del cervello sono costrette a comunicare e a lavorare insieme, e ciò migliora le funzioni cognitive, tenendo quindi alla larga il rischio di declino cognitivo. Fare puzzle migliora inoltre la memoria a breve termine, poiché costringe a mantenere la concentrazione su un determinato pezzo o su una serie di pezzettini. Ma non solo! I puzzle possono anche migliorare la percezione visiva, incoraggiano la creatività, la capacità di problem solving e le capacità motorie.

Come se non bastasse, fare puzzle può anche essere molto terapeutico, poiché man mano che il disegno prende forma, il cervello rilascia dopamina, favorendo una sensazione di benessere. Infine, fare puzzle aiuta ovviamente a trascorrere il tempo libero facendo qualcosa di stimolante, ed aiuta anche a ridurre l’ansia e lo stress della vita quotidiana!

Naturalmente, quando acquisterete il vostro puzzle dovrete sentirvi liberi di scegliere il disegno che più vi piace e che stimola sensazioni e magari anche ricordi positivi. Inoltre, meglio evitare i puzzle con pezzi troppo piccoli per gli anziani, che potrebbero avere problemi a tenere in mano le tessere. Se siete alle prime armi, evitate infine di acquistare dei puzzle di dimensioni troppo grandi, o con disegni troppo complessi.

Detto questo, non vi rimane che mettervi all’opera!

via | Thealternativedaily.com

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail