Yoga per il viso: guance cadenti

Per tutti quelli a cui, come a una nostra lettrice, danno sempre degli anni in più: forse il problema, come dicevamo, dipende da abitudini sbagliate (il vizio del fumo, abbronzature senza protezione, dieta povera di fibre e frutta e verdura, poco sport - che invece è un'arma potente per eliminare tossine e contro i radicali liberi). O forse dipende semplicemente da un fisiologico cedimento dei tratti del viso.

Anche i tratti del nostro volto hanno bisogno, infatti, di allenarsi, per restare tonici e dare un aspetto più giovanile. Dopo la riflessione sul doppio mento, ci occupiamo allora di un altro problema comune: le guance cadenti.

Suggerisco allora un facilissimo esercizio che ho trovato in tanti manuali di Yoga per il viso, e che applico quasi quotidianamente. Si tratta di
1)appoggiare le mani sulle guance (come se vi facessero male i denti da entrambe le parti del viso) e poi
2) di gonfiare le guance più che potete. Attenti a non sbuffare ovviamente!
3) Le mani non restano passive, ma esercitano una pressione uguale e contraria a quella delle guance. Rimanete così per 5-10 secondi, poi espirate.

Il senso è: i muscoli delle guance nel fare questo movimento sono sotto sforzo, tanto che, a fine esercizio, dovreste sentire un pizzicorio. E' l'acido lattico, proprio come avviene in un buon allenamento di body building. Fatelo per due-tre volte per tre giorni a settimana. I risultati si vedono dopo un paio di mesi. E se volete rilassarvi ancora di più provate con un massaggio facciale: il volto apparirà subito più riposato.

Foto | Flickr.com

  • shares
  • Mail