Il Parkinson si combatte a colpi di Wii

Chissà se i suoi creatori avevano pensato ad un’applicazione del genere. Parliamo ancora di Wii e della possibilità che secondo alcuni medici offre nella riabilitazione motoria e nella prevenzione di disturbi della vecchiaia, come il Parkinson.

Lo ha segnalato un team nordamericano che ha condotto degli studi sulle potenzialità del videogame iper-tecnologico che consente di controllare il gioco sullo schermo attraverso i movimenti reali del proprio corpo, garantendo così esercizio costante al controllo motorio da parte di chi inizia a perderlo a causa della malattia.

Una ragione in più per non colpevolizzare i videogame e rivalutarli anche da un punto di vista sociale: i nipoti giocheranno con i nonni. Altro che alienazione e rimbambimento passivo davanti ad uno schermo…

Via | Vitonica

  • shares
  • Mail