Diarrea e stitichezza, un aiuto dalle nespole

Sono arrivate le nespole, un frutto tipicamente stagionale dalla doppia efficacia, se sono ancora aspre per la diarrea, se sono ben mature per la stitichezza. Fate però attenzione quando le acquistate: le estremità non devono essere secche, la buccia deve avere un marcato odore fiorito. I frutti migliori sono quelli con la buccia dal colore più intenso e priva di macchie o ammaccature.

Piu' il frutto e' acerbo maggiore e' la quantità di tannini, molecole ad azione antiossidante, che danno la sensazione di asciutto in bocca e provocano un effetto astringente ed antidiarroico sull’intestino. Invece, nel frutto maturo i tannini si trasformano in zuccheri e il frutto diventa un ottimo ma delicato lassativo utile per le stitichezze, soprattutto in chi ha esagerato con i lassativi.

Dunque, ricapitolando, se soffrite di diarrea, anche di origine nervosa o perchè avete la colite, con quattro-cinque frutti poco maturi, tornate ad essere normalmente capaci di sopravvivere senza un gabinetto a cinque minuti da voi. Al contrario se avete una stipsi ostinata, potete in queste periodo consumare almeno quattro nespole a colazione e altrettanto a merenda per tornare regolari. A patto che siamo molto mature e dolci.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail