Qual'è la dieta giusta per chi soffre di colite e i cibi da eliminare

La colite è una patologia infiammatoria dell'intestino dovuta a vari fattori. Di solito si manifesta con diarrea, crampi, gonfiore. Alle volte non dà sintomi particolari per poi scatenarsi appena si consuma un alimento diciamo sbagliato.

dieta per la colite

In effetti gli alimenti non sono causa di colite, ma fattori scatenanti per cui se soffrite di questa patologia dovrete eliminare i legumi che producono gas e meteorismo, caffè e tè che contengono caffeina altamente stimolante, latticini in alcuni casi. I latticini infatti scatenano attacchi, ma non in tutti i soggetti, alcuni infatti sono più sensibili di altri al consumo dei prodotti lattiero-caseari e quindi reagiscono subito con diarrea e mal di pancia.

Vanno evitati broccoli, cavoli e cavolini responsabili di crampi e gonfiore, semi, se non sono macinati finemente, mais e funghi, troppo fibrosi per essere digeriti facilmente. Attenzione a spezie e condimenti particolarmente piccanti che possono irritare la mucosa intestinale.

Ma che dieta adottare se si soffre di colite? Cereali, frutta solo cotta, verdura cotta, patate senza pelle e bisogna ridurre il consumo di fibre a meno di 2 gr al giorno. Consumare alimenti senza o a basso contenuto di grassi, carni magre, uova, soia, olio d'oliva e olio di canola. Può essere utile anche consumare probiotici su consiglio del medico. I probiotici infatti colonizzano l'intestino di batteri buoni e aiutano molto ad alleviare i sintomi della patologia.

Mangiare poco e spesso e almeno 2 ore prima di coricarsi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Immagine di ihaveulcerativecolitis.wordpress.com

  • shares
  • Mail