Calvizie in primavera, perché questa stagione favorisce la caduta dei capelli

La calvizie in primavera è molto comune, così come in autunno, e fa cambio del rinnovo fisiologico dei capelli.

Arriva la primavera e aumenta la calvizie. Con la bella stagione quante volte avete nota la spazzola riempirsi di capelli in modo inaspettato per non parlare delle giacche e dei maglioni che si riempiono in modo imbarazzante. Non preoccupatevi, il ricambio fisiologico dei capelli in primavera è assolutamente normale. Viene detto telogen effluvio ed è un modo per rinnovare il nostro pelo. Non si resta pelati: semplicemente crescono dei nuovi capelli e al tempo stesso cadono quelli vecchi.

calvizia

Questo evento si manifesta anche in autunno e fa parte del ciclo di ricrescita. Infatti, i capelli si rinnovano circa 20 volte nell’arco di una vita. Considerate che hanno una vita che varia dai 2 ai 6 anni e la primavera sicuramente favorisce questo processo, merito anche del cambio climatico e dell’aumento delle ore di luce.

È bene quindi fare una distinzione tra rinnovo dei capelli e reale caduta. Spesso la perdita è accompagnata da alcuni disturbi, come il prurito alla testa, la secchezza del cuoio capelluto, ma anche ipersensibilità (per esempio il dolore alla testa mentre ci si pettina). Se notate che le chiome hanno perso spessore e volume, se notate che il processo è costante anche in altri periodi dell’anno, forse è meglio fare una visita tricologica. Potrebbe infatti esserci un disturbo da curare. Per darvi una risposta, guardatevi anche in casa: l’ereditarietà gioca un ruolo importante.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Dermes

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail