Tosse, attenzione ai farmaci: a volte meglio i rimedi naturali

Il consiglio arriva dagli esperti riuniti in congresso a Verona

La tosse è un problema per 9 milioni di italiani, 3 dei quali si rivolge al farmacista alla ricerca di strategie per risolvere il problema senza doversi rivolgere al medico. Spesso, però, la soluzione migliore non sono i farmaci, che possono essere eguagliati in efficacia dai rimedi naturali. A sottolinearlo è Roberto Dal Negro, responsabile del Centro Nazionale Studi di Farmacoeconomia e Farmacoepidemiologia respiratoria di Verona, in occasione del 18° Congresso Nazionale sulle Malattie Respiratorie “Asma Bronchiale e BPCO: nuovi obiettivi, nuovi rimedi, nuove strategie”, durante il quale si è parlato anche di questo fastidioso problema affrontate dai medici in 5 milioni di visite ogni anno.

Di tosse, in realtà, esistono diversi tipi. Quella da ipersensibilità, ad esempio, può essere scatenata da piccoli sbalzi di temperatura, da stimoli meccanici o dall'esposizione a sostanze chimiche. In altri casi il fattore scatenante è una sinusite, oppure una bronchite virale, o, ancora, un'influenza. L'incidenza è del 10%, con un picco del +25% al Nord che al Centro-Sud. Ad essere più colpiti sono i bambini fino agli 8-10 anni, il cui sistema immunitario immaturo è meno pronto a rispondere alle infezioni, e le donne, che sembrerebbero essere più predisposte a rispondere agli stimoli esterni con la tosse.

rimedi naturali tosse

Ma quali sono i rimedi migliori?

Non ci sono farmaci adatti per guarire dalla tosse

spiega Dal Negro.

Al momento stanno lavorando su alcune molecole per placarla, farmaci particolarmente promettenti ma non ancora disponibili.

Ad oggi, però, qualsiasi tentativo di placare la tosse potrebbe risultare vano, ameno che non ne si identifichi la causa e si agisca direttamente su di essa.

Per quanto riguarda i farmaci, Dal Negro sottolinea che

non si è ancora mai dimostrata nessuna significativa superiorità rispetto ai rimedi naturali, che possono essere miele e propoli. Questo non significa che non siano validi, ma che il confronto non è tale da optare per una scelta o per un’altra. Sicuramente in alcuni casi, quelli più gravi, è opportuno puntare al farmaco, almeno per il suo effetto sedativo. Altrimenti si può provare ad usare per alcuni giorni latte caldo e miele e vederne gli effetti.

Largo, quindi, anche ai rimedi che arrivano dalla natura: potrebbero essere efficaci tanto quanto quelli che escono dalle officine farmaceutiche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail