Come combattere l'ipotensione con l'alimentazione

L'ipotensione si cura (anche) con l'alimentazione. Ecco le buone abitudini che possiamo mantenere a tavola per poter sperare di risolvere il problema di pressione bassa e quali sono gli alimenti da assumere.

Ipotensione e alimentazione, qual è il legame? Quali cibi bisogna portare sulle nostre tavole in caso di pressione bassa? Ormai sappiamo che l'alimentazione gioca un ruolo importante in caso di pressione alta, è vero anche che se i livelli di pressione sono abbastanza bassi si può provare a correggere le proprie abitudini alimentari per cercare di risolvere il problema.

In caso di pressione bassa è bene bere molta acqua e assumere in generale molti liquidi (eliminate, invece, alcolici e bevande zuccherate), perché talvolta proprio la disidratazione è alla base di una pressione più bassa del normale.

Il sale, nemico della pressione alta, è invece amico della pressione bassa, anche se non bisogna assolutamente abusare. La vitamina A può aiutarci davvero molto: portate sulle vostre tavole olio di fegato di merluzzo, albicocche, carote, pomodori, fegato, rucola. Anche la vitamina B è molto importante: la trovate nel latte e nei latticini, nella carne magra, nelle uova, nelle verdure a foglia verde, nei legumi e nella frutta secca. Infine, non dimentichiamo la vitamina C della frutta e della lattuga.

In caso di pressione bassa che persiste per più giorni e che vi reca anche altri disturbi, il consiglio è sempre quello di rivolgervi al vostro medico curante.

Ipotensione e alimentazione

Foto | da Flickr di krissen

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail