Pechino 2008: la Cina ha già vinto l’oro nelle Olimpiadi della CO2

Pechino 2008: la Cina ha già vinto l’oro nelle Olimpiadi della CO2

Siamo a pochi giorni dall'inizio delle Olimpiadi…della CO2. Esatto, perché se nella storia dei Giochi la parte principale era interpretata dalla forza virile degli atleti, dai record da battere, dalle sfide avvincenti, e volendo anche dal gossip, Luciano Vecchi de Il professor Echos ci fa notare che "stavolta e per i decenni futuri, qualora i […]

Siamo a pochi giorni dall'inizio delle Olimpiadidella CO2. Esatto, perché se nella storia dei Giochi la parte principale era interpretata dalla forza virile degli atleti, dai record da battere, dalle sfide avvincenti, e volendo anche dal gossip, Luciano Vecchi de Il professor Echos ci fa notare che "stavolta e per i decenni futuri, qualora i Giochi verranno organizzati nelle grandi metropoli del mondo (Mexico City, Il Cairo, Bombay ect…), la parte principale spetterà di diritto alla famigerata anidride carbonica (CO2)".

"Fortunatamente", continua Luciano Vecchi, "la foschia densa che aveva avvolto Pechino in questi ultimi giorni è stata spazzata via da un temporale fortissimo e dal vento" Tuttavia, il problema dell'inquinamento è fortissimo, tanto che l'organizzazione dei Giochi auspica il maltempo.

Molti atleti corrono ai ripari, come la squadra di hockey britannica: ha sfoderato delle lenti a contatto rosse che migliorano la visione, l'ultima trovata contro lo smog che soffoca la capitale cinese. Sembreranno tutti i figli di Marilyn Manson, ma almeno avranno una visione ottimale.

E gli atleti giapponesi, cosa si inventeranno? Sembra che abbiano intenzione di gareggiare con 500 mascherine speciali in grado di assorbire il numero più alto possibile di particelle inquinanti.
Mentre gli americani, altri grandi inquinatori mondiali? Continua a leggere sul blog di Luciano Vecchi, Il Professor Echos.

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog