Dieta, per perdere peso bisogna mangiare entro otto ore

Per riuscire a dimagrire davvero è utile mangiare entro otto ore. Ecco cosa emerge da una nuova ricerca.

Mangiare solo all'interno di un lasso di tempo di otto/dodici ore durante il giorno potrebbe aiutare davvero a perdere peso, stando a quanto emerso da una nuova ricerca condotta dai membri del Salk Institute in California. Limitare il tempo in cui è possibile mangiare durante la giornata – secondo i ricercatori – potrebbe in effetti ridurre problemi e condizioni comuni come obesità, colesterolo alto ed il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, e a quanto sembra, non importa se durante questo lasso di tempo ci si concede qualche alimento non esattamente magro, poiché sembra che gli effetti benefici siano ugualmente evidenti!

Lo studio della Salk Institute è stato condotto su un campione di topi, e avrebbe fatto emergere un dato interessante, vale a dire che attenersi agli orari dei pasti in maniera costante permetterebbe al corpo di prevedere quando si mangerà, e gli permetterà quindi di prepararsi a bruciare più calorie.

Per giungere a tale conclusione, gli esperti hanno alimentato un campione di topi con una dieta ricca di grassi in un lasso di tempo che va dalle 8 alle 12 ore, (dalle nove del mattino alle 5 del pomeriggio), ed avrebbero confrontato i risultati ottenuti con quelli di un campione di topi alimentati con lo stesso numero di calorie, ma in orario meno rigidi. A quanto sembra, al termine dello studio i membri del primo gruppo sarebbero stati più sani e magri rispetto a quelli del secondo gruppo.

dimagrire

Anche quando i topi obesi avevano la possibilità di mangiare entro 12 ore, sarebbero stati comunque in grado di perdere una percentuale del loro peso corporeo in pochi giorni, pur continuando ad assumere la stessa quantità di calorie. I risultati sarebbero stati ben più modesti nell'arco temporale delle 15 ore.

“Abbiamo scoperto che gli animali alimentati all'interno di una finestra di 8 - 12 ore avevano un numero di vantaggi protettivi e terapeutici rispetto agli animali che assumevano lo stesso numero di calorie in qualsiasi momento della giornata”

spiegano gli autori della ricerca.

Gli effetti benefici di questa semplice regola sarebbero emersi anche durante i giorni in cui i topi avevano la possibilità di mangiare senza particolari restrizioni alimentari, e questa potrebbe rappresentare una buona notizia per chi è a dieta, dal momento che dimostrerebbe che uno "sgarro" occasionale non sembra provocare alcun danno.

I risultati dello studio, pubblicati sulla rivista Cell Metabolism, non fanno che confermare quanto sia importante prestare attenzione non solo a ciò che mangiamo … ma anche a quando lo mangiamo! Non rimane a questo punto che approfondire tali ricerche e sperimentarle sugli esseri umani.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | DailyMail, Salk.edu

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail