Cos'è la corneometria e quando è utile

In cosa consiste la corneometria e quando è utile questo metodo?

La corneometria è un tipo di esame che serve a misurare il livello di idratazione cutanea, e per l’esattezza viene impiegato per analizzare le condizioni dello strato esterno dell'epidermide (strato corneo). Tale esame viene eseguito con lo scopo di verificare ad esempio se lo strato corneo è "disidratato". In tal caso la pelle rischierebbe di apparire screpolata e squamosa. Questo genere di esame è utile sia per chi ha una pelle normale che per le persone che – al contrario – hanno invece una pelle particolarmente sensibile.

L’esame andrà eseguito mediante un apposito corneometro, ovvero uno strumento a bassa frequenza che serve a misurare la capacitanza elettrica, e che servirà quindi a valutare il contenuto d'acqua che si trova nell'epidermide, ad una profondità di circa 60-100 ?m.

Generalmente, oltre al viso, mediante questo metodo vengono valutate anche altre parti del corpo.

Corneometria

Il principio su cui si basa questo metodo di misurazione si fonda sul fatto che la zona superficiale della pelle (ovvero lo strato corneo) provoca una resistenza elettrica al passaggio della corrente, tale resistenza sarà più bassa quando la pelle sarà più idratata, ed i valori normali sarebbero compresi tra 95 e 105.

Questo genere di procedura non dovrebbe essere dolorosa, ma deve essere eseguita senza dubbio da personale esperto, in modo che lo strumento non venga pressato troppo o troppo poco sulla pelle del soggetto. Prima di sottoporvi a questo e ad altri tipi di esame, seguite scrupolosamente le istruzioni che vi fornirà il vostro specialista.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Dottorcolatocosmetici.it, Medicinestetica.it, Dermatest.de

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail