Tumori, donne poco attente alla prevenzione e a uno stile di vita sano

La prevenzione deve essere un impegno verso se stessi: le donne italiane però sono poco informate sui rischi del tumore, soprattutto al seno, e non fanno esami di screening annuale.

La prevenzione dovrebbe far parte delle nostre vite eppure, secondo un recente sondaggio di AstraRicerche per la Fondazione Umberto Veronesi, le donne italiane sono poco attente alla loro salute. Cercano di mangiare correttamente e bere poco, ma non fanno controlli regolari o test per il tumore, soprattutto quello al seno. Paolo Veronesi, direttore della Chirurgia Senologica dell’Istituto Europeo di Oncologia e Presidente della Fondazione, ha commentato:

prevenzione

Ogni anno in Italia sono circa 46mila i nuovi casi di tumore al seno, l’80% riguarda donne con più di 50 anni, ma cresce l’incidenza nelle 30-40 enni. E dal nostro sondaggio emerge che troppe giovani, soprattutto tra i 18 e 25 anni, sono poco informate e non fanno neppure l’autopalpazione del seno. Il messaggio è uno solo e semplice: se la malattia viene scoperta in fase iniziale la sopravvivenza a 5 anni dalla diagnosi è del 98 %.

La statistica, che ha preso campione delle signore tra i 18 e i 65 anni, dimostra che le donne, per esempio, spendono prima per vacanze, estetica e vestiti e solo in quarta posizione arrivano le visite di routine. Ovviamente per evitare di ammalarsi di cancro, è necessario anche stare attenti alla dieta, che deve contenere pochi carboidrati e grassi saturi, non essere in sovrappeso e fare un po’ di movimento. Come deve essere importato il programma di prevenzione? Continua così Veronesi:

Il programma di prevenzione dev’essere elaborato su misura, tenendo conto dei vari fattori di rischio, ma anche delle caratteristiche anatomiche delle mammelle, molto diverse da donna a donna e nella stessa donna a diverse età. Giovanissime o meno, le donne non devono preoccuparsi, ma occuparsi del proprio seno per rendere la malattia sempre più curabile.

Ricordiamo che il mese di ottobre è dedicato alla cura e alla prevenzione del cancro al seno. Se volete contribuire con una donazione o semplicemente essere informati su questa malattia, aderite al progetto Pink is Good.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Corriere

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail