Il malarone contro la malaria: scheda tecnica, dosaggio, effetti collaterali e controindicazioni

Il Malarone contro la malaria: come assumerlo e gli effetti collaterali.

Il Malarone è un farmaco che viene impiegato nella profilassi e nella terapia della malaria. Ogni compressa di tale farmaco contiene atovaquone 250 mg e proguanile cloridrato 100 mg. Nello specifico, si tratta di un farmaco indicato per la profilassi della malaria da Plasmodium falciparum e per il trattamento in fase acuta della malaria non complicata da Plasmodium falciparum. Per quanto concerne la somministrazione, il Malarone andrà assunto sempre alla stessa ora del giorno, insieme a del cibo oppure con una bevanda a base di latte.

Nel caso in cui il paziente vomiti entro un’ora dalla somministrazione, il farmaco andrà somministrato una seconda volta. A scopo preventivo, il farmaco andrà somministrato 24 o 48 ore prima di entrare in contatto con l’area endemica per la malaria e dovrà essere somministrato per tutto il periodo di permanenza nel luogo, che non dovrà superare i 28 giorni. La somministrazione del farmaco andrà protratta per 7 giorni dopo aver lasciato l’area.

Malarone contro la malaria

A scopo preventivo, dovrete assumere una compressa di Malarone una volta al giorno (per gli adulti). Il farmaco per la profilassi della malaria non è indicato per le persone che hanno un peso corporeo inferiore ai 40 kg.

Per il trattamento della malaria invece, sono indicate quattro compresse di Malarone in un’unica somministrazione per tre giorni consecutivi per quanto concerne gli adulti, mentre per i bambini il dosaggio varia in base al peso corporeo del paziente:



  • 11 - 20 kg: una compressa al giorno per tre giorni consecutivi


  • 21 - 30 kg: due compresse al giorno in un’unica somministrazione per tre giorni consecutivi


  • 31 - 40 kg: tre compresse al giorno in un’unica somministrazione per tre giorni consecutivi


  • Oltre i 40 Kg: la stessa dose consigliata per gli adulti


Il malarone presenta delle controindicazioni che è giusto conoscere. Il farmaco è infatti controindicato nei soggetti che presentano ipersensibilità all’atovaquone o al proguanile cloridrato, o anche ai suoi eccipienti. Inoltre, il Malarone è controindicato nella profilassi della malaria da P. falciparum nelle persone che presentano grave compromissione renale (clearance della creatinina < 30 mL/min).

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail