Cos'è il nevo di Sutton e quali sono le cure

Il nevo di Sutton è un disturbo della pelle che si manifesta con un nevo, che può essere rosa o marrone, circondato da una macchia bianca. Ecco le cause, i sintomi e le cure.

I nevi di Sutton, che prendono il nome dal dermatologo statunitense che per primo li individuo, sono delle macchie rosse, rosa o marroni della pelle, lievemente rialzate, che sono circondate da una macchia bianca. Si tratta di lesioni della pelle di tipo benigno, che possono guarire spontaneamente, lasciando talvolta l'alone di depigmentazione bianco.

Solitamente non c'è niente di cui preoccuparsi, si tratta di un fenomeno che regredisce in poco tempo, di una lesione assolutamente benigna, anche se talvolta il disturbo è collegato ad una malattia della pelle come la vitiligine, che si presenta con macchie bianche sulla pelle.

Il disturbo colpisce maggiormente gli adolescenti e si tratta di un fenomeno abbastanza comune. La malattia della pelle colpisce maggiormente le persone affette da disturbi legati all'epidermide, come la sopra citata vitiligine, ma anche il melanoma e la sindrome di Turner. I nevi di Sutton si manifestano a causa dei linfociti che si accumulano intorno al nevo e che vengono distrutti in maniera graduale. Si tratta di una risposta del nostro sistema immunitario.

Per poter diagnosticare il disturbo ed escludere la presenza di altre malattie della pelle bisogna, ovviamente, recarsi da un dermatologo: la visita e l'utilizzo di diversi strumenti, come la lampada di Wood e la dermatoscopia o epiluminescenza per la mappatura dei nei, aiuteranno il medico nella diagnosi. Se confermato il disturbo e se verificata l'assenza di altre patologie, non esiste trattamento: i nevi di Sutton guariscono spontaneamente. L'alone bianco, una volta guarito il nevo, sparisce in maniera graduale: a volte ci vuole moltissimo tempo prima che scompaia del tutto.

nevo di Sutton

Foto | da Flickr di christianacare

  • shares
  • Mail