Il thè rosso Rooibos

È una pianta africana che curiosamente cresce solo nella regione del Cedarberg in Sud Africa e ha proprietà sorprendenti. Si chiama normalmente thè rosso anche se la preparazione richiede un tempo d’infusione più lungo rispetto al thè tradizionale mentre la preparazione delle foglie, essiccate e macinate, è identica.

Essendo privo di caffeina ma ricco di sali minerali, vitamina C e antiossidanti. Inizialmente nota solo agli aborigeni della zona, che la utilizzavano ampiamente, la pianta fu scoperta dai coloni olandesi alla fine del Settecento e importata in Europa.

Grazie al suo sapore gradevole e dolce, più delicato del thè tradizionale, e all’assenza di caffeina si può consumare ad ogni ora del giorno per beneficiare delle sue proprietà digestive, antiossidanti e calmanti.

  • shares
  • Mail