Cos'è il melanoma dell'occhio? I sintomi e la diagnosi

Le cellule che producono melanina possono "impazzire" anche nell'occhio. Ecco quali sono le conseguenze e come riconoscerle

Il melanoma è un tipo di tumore che si sviluppa a partire dalle cellule che producono melanina. Questo pigmento, noto soprattutto perché conferisce colore alla pelle, è in realtà presente anche nell'occhio e questo tipo di tumore può colpire anche quest'organo.

Le cause che portano alla comparsa del melanoma dell'occhio non sono state ancora del tutto chiarite. Si sa, però, che la comparsa di mutazioni nel DNA delle cellule dell'occhio può portare a una loro proliferazione incontrollata che si traduce nella comparsa di una massa tumorale nella parte anteriore o posteriore dell'uvea, il tessuto vascolarizzato localizzato fra la retina e la sclera (la parte bianca dell'occhio). In casi molto più rari il tumore si sviluppa invece a livello della congiuntiva.

Fortunatamente oggi i medici hanno a disposizione trattamenti che permettono di eliminare i melanomi dell'occhio. Quando questi sono piccoli è possibile che le terapie non compromettano la vista, ma nel caso di tumori già grandi bisogna mettere in conto una perdita parziale della vista in seguito ai trattamenti. Per questo è auspicabile identificare il tumore quando è ancora di piccole dimensioni. Purtroppo, però, a volte i melanomi dell'occhio non scatenano nessun sintomo, soprattutto quando si trovano in una fase precoce di sviluppo.

Se, però, il tumore dovesse portare alla comparsa di sintomi si potrebbe avere a che fare con la presenza di una macchia scura nell'iride che tende ad ingrandirsi, la comparsa di flash nel campo visivo, cambiamenti nella dimensione della pupilla, problemi di vista (ad esempio visione appannata) in un solo occhio, perdita della vista periferica e sensazione di vedere della polvere nel campo visivo.

melanoma dell'occhio

In presenza di problemi di questo tipo è bene rivolgersi a un oculista. Prima di parlare di un tumore è però necessario sottoporsi ad analisi specifiche che permettono una diagnosi sicura. Oltre ad una visita per analizzare l'interno dell'occhio alla ricerca di eventuali segnali che potrebbero essere associati a un melanoma (come l'ingrossamento dei vasi sanguigni), il medico può prescrivere delle ecografie agli occhi o un'angiografia. In genere non sono invece richieste biopsie a scopo diagnostico, ma nemmeno questa possibilità è totalmente da escludere; nel caso si dovrebbe procedere a prelevare del tessuto dall'occhio per inviarlo ad opportune analisi di laboratorio.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | Mayo Clinic

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail