Tatuaggi, rimuoverli può essere pericoloso: la procura di Torino indaga

Sotto accusa il metodo tedesco Skinial: agirebbe come un vero e proprio agente corrosivo

Anche i tatuaggi possono finire in procura. Nell'indagine aperta dal pm torinese Raffaele Guariniello non vestono però i panni del sospettato: ad essere accusati – e l'accusa è di quelle pesanti: nuocere gravemente alla salute – è un metodo per rimuoverli made in Germany. Il suo nome è Skinial e il suo funzionamento è basato sull'azione dell'acido lattico, che svolgerebbe un'azione depigmentante.

Una e-mail indirizzata a Guariniello da quello che per ora sembra essere un comune cittadino avrebbe però chiesto di indagare sul prodotto utilizzato dal trattamento, che oltre che illegale sarebbe anche pericoloso.

In effetti è facile che possa sorgere qualche dubbio sulla serietà e la sicurezza del prodotto. Presentato come cosmetico, in realtà deve essere iniettato sotto l'epidermide e, quindi, cosmetico non può di certo essere definito. Per di più i claim presenti sulla sua confezione dicono che è corrosivo. Guariniello e Nas stanno però concentrando le loro indagini su un altro aspetto: Skinial rimuoverebbe i tatuaggi grazie a un effetto necrotizzante che potrebbe uccidere qualsiasi cellula, anche quelle non coinvolte dal tatuaggio, aumentando il rischio di infezioni che potrebbero addirittura trasformarsi in granulomi.

rimuovere tatuaggi

Al momento il Ministero della Salute ha disposto il ritiro del prodotto e il responsabile della ditta che lo commercializza in Italia è stato indagato da Guariniello per violazione del codice del consumo il responsabile.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Via | ANSA

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail