Come si esegue una toracoscopia? Indicazioni e rischi

Quando si effettua una toracoscopia e quali sono le possibili complicanze legate a questa tecnica?

La toracoscopia consiste in una tecnica chirurgica mini-invasiva grazie alla quale è possibile esplorare la cavità pleurica mediante l’induzione di un pneumotorace. Tale tecnica può essere eseguita in anestesia generale o in anestesia locale. Normalmente si tratta di una procedura più tollerata rispetto alla chirurgia toracica videoassistita (video-assisted thoracic surgery, VATS). La toracoscopia è un esame che va effettuato nal caso in cui si debba eseguire una diagnosi o una terapia per il trattamento della patologia pleurica, ad esempio versamento pleurico.

Tale tecnica, nota anche come pleuroscopia medica, andrà eseguita mediante l’induzione di uno pneumotorace, in seguito alla quale avverrà l’introduzione di un pleuroscopio (il cui diametro cambierà in base alle esigenze cliniche), attraverso un’incisione eseguita sulla pelle del paziente, e localizzata in prossimità di uno spazio intercostale.

toracoscopia

In tal modo, il medico potrà osservare l'intera pleura, ed evidenziare eventuali patologie o anomalie, o eseguire delle procedure terapeutiche. Dopo l’esecuzione della procedura, al paziente verrà applicato un tubo di drenaggio, che rimarrà fissato alla parete toracica mediante dei punti di sutura, per un tempo di circa 3 o 4 giorni.

Naturalmente questa tecnica non può essere considerata esente da rischi. Fra le eventuali complicanze e i rischi collegati alla toracoscopia si segnalano una possibile lesione di un’arteria intercostale, infezione della cavità toracica, perforazione di organi interni, formazione di aderenze pleuriche, ed i rischi normalmente collegati all’anestesia.

In linea generale, si tratta ad ogni modo di un esame che vanta un’elevata precisione diagnostica.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Aots.sanita.fvg.it, Wikipedia
Foto | da Flickr di Army Medicine

  • shares
  • Mail