Come misurare la pressione a casa: indicazioni utili

Come misurare la pressione a casa senza commettere errori? Ecco alcune informazioni utili al riguardo.

Misurare la pressione a casa è una pratica particolarmente consigliata, specialmente per le persone che soffrono di pressione eccessivamente alta o bassa. In questi casi, è sempre importante avere in casa uno sfigmomanometro, ovvero un dispositivo per misurare la pressione, composto da un bracciale di gomma che viene collegato ad un filo con una piccola pompa a mano da una parte, mentre dall'altro lato vi sarà un misuratore, ovvero una colonna di mercurio oppure un display elettronico. Detto questo, un’ora prima di misurare la pressione, sarà necessario non bere caffè e non fumare.

Rilassatevi per cinque minuti, sedetevi e poggiate il braccio su un ripiano. Quindi, verrà applicato il bracciale di gomma sul braccio, tra l’ascella e la piega del gomito. Sotto il bracciale andrà posizionata la “campana del fonendoscopio”. Quindi, cominciate a gonfiare il bracciale premendo la pompetta finché non avvertite più nessun rumore. Nel frattempo il mercurio salirà nella colonna di vetro. Gonfiate ancora leggermente la pompetta, quindi svitate la valvola che si trova sulla pompetta, facendo uscire lentamente l’aria dal bracciale, ed ascoltate attentamente.

Come misurare la pressione a casa

Il primo rumore sordo che sentirete equivarrà alla pressione “sistolica” o massima. Continuate a svuotare il bracciale finché non sentirete l’ultimo rumore, che equivarrà invece alla pressione “diastolica” o minima. In linea generale, i valori normali della pressione dovrebbero essere:

Massima: non deve raggiungere i 135 millimetri
Minima: deve essere inferiore agli 85 millimetri

Tenete presente che i valori della pressione sono generalmente più alti appena svegli e la sera, mentre durante la giornata tendono a stabilizzarsi. La pressione andrebbe misurata due o tre volte a settimana. Eseguite 2 misurazioni con un intervallo di due minuti fra la prima e la seconda, e qualora i valori dovessero essere molto differenti fra la prima e la seconda misurazione, eseguitene una terza. Per ottenere i valori corretti, dovrete fare la media delle misurazioni eseguite. Infine, sarà utile tenere un diario dove annotare i valori, da fare eventualmente vedere al proprio medico.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

via | Ilsole24ore, Ok-salute.it

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail