Tumore papillare alla tiroide: sintomi e cure

Il tumore papillare alla tiroide è uno dei più frequenti carcinomi a carico della ghiandola endocrina. Ecco come si manifesta, quali sono i principali sintomi e quali sono le possibili cure.

Il tumore papillare alla tiroide o carcinoma papillifero della tiroide è uno dei tumori più frequenti a carico della ghiandola endocrina, rappresentando circa l'80 per cento delle neoplasie tiroidee. E' il più frequente a manifestarsi, ma anche quello che ci permette una prognosi migliore, soprattutto se scoperto in tempo in maniera tale che non si siano formate delle metastasi.

Le cause del tumore papillare alla tiroide sono sconosciute, mentre noti sono i fattori di rischio che predispongono alcuni pazienti a contrarlo, come una carenza di iodio, l'esposizione a radiazioni ionizzante, ma anche autoimmunità o famigliarità verso questo tipo di carcinoma. Per quello che riguarda i sintomi del tumore papillare alla tiroide, solitamente i pazienti non notano alcun segnale, a meno che il carcinoma non abbia già raggiunto forme avanzate della patologia e, allora, in questi casi si notano disfonia o difficoltà a parlare, disfagia o difficoltà a deglutire, dispnea o difficoltà a respirare. Il nodulo tiroideo che si forma in questo tipo di carcinoma tiroideo appare più duro e con margini irregolari, è poco mobile e non è dolente. I linfonodi laterocervicali sono solitamente duri e indolenti.

Il tumore papillare alla tiroide, che si diagnostica non con i semplici esami del sangue degli ormoni tiroidei, del TSH, della tireoglobulina, che possono essere nella norma, ma con ecografie della tiroide e agoaspirato tiroideo, si può curare con l'asportazione di tutta la tiroide. I pazienti che ne sono affetti devono, infatti, sottoporsi a tiroidecomia totale: non è possibile asportare solo un lobo o solo il nodulo interessato dal carcinoma, ma è bene un'asportazione totale.

Solitamente il tumore papillare alla tiroide ha un tasso di recidiva molto basso: comunque bisogna tenere la ghiandola endocrina sotto stretto controllo nei mesi immediatamente successivi all'intervento e in media una volta ogni 6 mesi - 1 anno, a seconda delle indicazioni dell'endocrinologo.

Tumore papillare alla tiroide

Foto | da Flickr di blurdom

Via | endocrinologiaoggi

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail