Allergie primaverili, attenzione agli “incidenti da starnuto”

Allergie primaverili, attenzione agli “incidenti da starnuto”

Per ben nove milioni di italiani l'arrivo della primavera significa starnuti, occhi rossi, asma ed eritemi: il 10% degli italiani, infatti, soffre di allergie. Ma per chi è alla guida gli starnuti possono trasformarsi nel rischio reale di causare incidenti stradali. Per questo l'Automobile Club, Federasma e la Società dei medici di famiglia hanno lanciato […]

Per ben nove milioni di italiani l'arrivo della primavera significa starnuti, occhi rossi, asma ed eritemi: il 10% degli italiani, infatti, soffre di allergie. Ma per chi è alla guida gli starnuti possono trasformarsi nel rischio reale di causare incidenti stradali.

Per questo l'Automobile Club, Federasma e la Società dei medici di famiglia hanno lanciato la campagna “Guidare (con) l'allergia”: da aprile sarà diffuso un volantino per sensibilizzare anche gli allergici alla guida sicura con un decalogo anti-polline, consigli su come limitare i rischi legati alla rinite e informazioni sulle cure disponibili.

Solo in Lombardia, nel 2006, gli incidenti sono stati quasi 50.000: il 20% di questi sono attribuibili alla sonnolenza, a volte dovuta all'uso di farmaci come, ad esempio, gli antistaminici usati per alleviare i sintomi delle allergie. 

Inoltre, come spiega Floriano Bonifazi, direttore del Dipartimento di malattie respiratorie e allergiche dell'ospedale Umberto I di Ancona, “il momento più critico, per l'allergico, è la notte, quando la pollinazione è al massimo, il naso si chiude e il riposo è rovinato, con strascichi pesanti di giorno”.

E non solo: “Mentre guida il paziente allergico può perdere il controllo dei propri movimenti a causa di starnuti – afferma Sandra Frateiacci, presidente Federasmaquesto comporta un serio rischio per la propria sicurezza e per quella altrui”.

Quel poveraccio di allergico – conferma Dalla parte di chi guidadeve anche fronteggiare la rinite mentre guida, cercare fazzoletti, distrarsi, soffiarsi il naso, starnutire, imprecare: un pericolo per la sicurezza stradale”. Poi dà alcuni utili consigli per l'allergico al volante.

Ma quali sono i consigli degli esperti? Evitare le cure fai da te e mettersi al volante solo dopo aver valutato insieme al proprio medico trattamenti antiallergici che non abbiano effetti sfavorevoli su concentrazione e riflessi. 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog