Cos'è l'iperlordosi lombare, i sintomi e gli esercizi migliori

Per iperlordosi lombare si intende una deformazione della colonna vertebrale, con una particolare accentuazione della curva lordotica, quella porzione inferiore della spina dorsale. Ecco come si manifesta.

L'iperlordosi lombare è un particolare disturbo a carico della nostra colonna vertebrale, che colpisce la porzione inferiore della spina - rachide - dorsale, con una particolare ed evidente accentuazione della curva lordotica. E' un disturbo abbastanza comune, che può derivare da cause congenite, ma che può anche essere provocato da un portamento scorretto e da cattive abitudini di postura, che possono a lungo andare danneggiare la nostra schiena.

L'iperlordosi lombare si manifesta con segnali e sintomi ben precisi: le persone che ne soffrono solitamente hanno un bacino inclinato verso l'esterno, un addome sporgente, mentre in comune con altre deformazioni della colonna vertebrale come la scoliosi e la cifosi, si può notare anche una rotazione del busto di pochi o di moltissimi gradi, a seconda del livello di gravità raggiunto dal disturbo.

Se notate che la vostra schiena comincia ad assumere una postura sbagliata e un andamento non "normale", contattate subito il vostro medico curante, che sicuramente vi indirizzerà da un ortopedico, che potrà diagnosticare il disturbo tramite una visita e degli esami. Solo lui potrà indicarvi la cura migliore, anche se in linea di massima vi consiglierà di perdere peso se siete in sovrappeso e di eseguire dei particolari esercizi di ginnastica posturale.

Esistono infatti degli esercizi che se praticati con costanza possono rinforzare la muscolare addominale e rimettere in asse la colonna vertebrale: prima si interviene meglio è, infatti da giovani si guarisce meglio da questo disturbo. Se l'iperlordosi lombare è già in stato avanzato, potrebbe essere necessario l'intervento del chirurgo.

iperlordosi lombare

Foto | da Pinterest di bethany domann

Via | scienzaesalute.blogosfere

  • shares
  • Mail