Virgin, primo volo a biocarburante. Ma gli esperti rimangono scettici

Virgin, primo volo a biocarburante. Ma gli esperti rimangono scettici

Virgin Atlantic ha mantenuto la promessa fatta lo scorso ottobre: nei giorni scorsi un Boeing 747 della compagnia di Richard Branson ha volato da Londra ad Amsterdam con uno dei suoi quattro motori alimentato in parte da un carburante ecologico ottenuto dalle noci di cocco. L'argomento è stato trattato da Parole Verdi e da A […]

Virgin Atlantic ha mantenuto la promessa fatta lo scorso ottobre: nei giorni scorsi un Boeing 747 della compagnia di Richard Branson ha volato da Londra ad Amsterdam con uno dei suoi quattro motori alimentato in parte da un carburante ecologico ottenuto dalle noci di cocco. L'argomento è stato trattato da Parole Verdi e da A Bagnomaria.

Per il volo di prova – effettuato senza passeggeri a bordo – è stato utilizzato solo il 20% di biofuel ma per il lancio effettivo del carburante eco-compatibile, previsto per il 2010, si spera di raggiungere una percentuale del 40%.

Secondo Branson l'esperimento rappresenta “un punto di inversione” perchè l'eco-carburante usato deriva da fonti “effettivamente sostenibili”.
Ma gli esperti avvertono: la produzione di biofuel sta già avendo i primi effetti negativi, soprattutto sulle popolazioni più povere del pianeta. Molti coltivatori, infatti, preferiscono dedicarsi a colture in grado di produrre bioetanolo – sostituto della benzina – e biodiesel abbandonando il mercato alimentare, vista la crescente domanda e i sussidi garantiti da alcuni Governi.

L'incremento, ancora modesto, della produzione di biodiesel ha inoltre fatto schizzare alle stelle il prezzo degli oli alimentari: Eco Alfabeta già qualche tempo fa confrontava i grafici relativi alla produzione di biodiesel e la curva di crescita dei prezzi degli oli alimentari nello stesso periodo. 

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog