Fobia e paura, le differenze

Fobia e paura, le differenze

Quali sono le differenze tra paura e fobia? Ecco quello che dobbiamo sapere.

Fobia e paura non sono la stessa cosa. Spesso usiamo i due termini come sinonimi, quando non lo sono assolutamente. Si tratta di due condizioni che potremmo sperimentare nel corso della vita che potrebbero presentarsi con gli stessi sintomi e gli stessi segnali. Ma che in realtà non devono essere confusi. Perché le differenze tra fobia e paura ci sono. E comprenderle è il primo passo per poter affrontare quello che nella vita ci spaventa.

Cos’è la paura

La paura è una naturale reazione degli esseri umani (in realtà anche degli animali). Si tratta di un segnale d’allarme che il nostro cervello invia in un momento che è considerato di pericolo. La paura è un’emozione, che non deve essere repressa, annullata, cancellata. Perché ogni emozione è importante e ce lo ha insegnato alla perfezione anche un cartone animato per bambini della Pixar, Inside Out. Cartone utile anche per i grandi.

La paura è un’emozione che ci mette in allarme, ci consente di porre l’attenzione su un potenziale pericolo o su qualcosa che è ritenuto tale. Così da prepararci ad affrontarlo con soluzioni che pensiamo possano aiutarci. Possiamo affrontare la paura e il pericolo. O anche scappare. Provare paura è normale, quando riusciamo a gestire questa emozione. La paura considerata fisiologica si attiva di fronte a un pericolo reale o al ricordo di una situazione pericolosa che ci mette in allarme. Può avere diverse intensità, a seconda della situazione in cui ci troviamo. E possono anche verificarsi falsi allarmi.

Quando però questo allarme non funziona a dovere, non si parla più di paura “normale”. Ma di fobia.

Cos’è la fobia

La fobia altro non è che una paura esagerata che non riusciamo a controllare nel momento in cui si attiva così come nel momento in cui tentiamo di reagire. Le reazioni di fronte a una fobia sono più esagerate rispetto a quelle provate di fronte alla semplice paura. Queste reazioni possono provocare anche panico, ansia, difficoltà ad affrontare quello che ci troviamo di fronte. Anche nel caso in cui il pericolo sia reale o del tutto immotivato.

Le fobie possono scaturire da eventi traumatici, per imitazione, per educazione, per eventi della vita ripetuti nel tempo. Le fobie sono più difficili da trattare, perché possono letteralmente bloccarci, impedendoci di reagire come potremmo normalmente fare provando semplicemente paura. Si tratta di una paura patologica che si accende con frequenza e sulla quale non abbiamo alcun controllo.

Foto di Anemone123 da Pixabay

Seguici anche sui canali social

I Video di Benessereblog

Il video che vi aiuterà a combattere l’ansia quando aspettate notizie incerte