Benessereblog Salute Ecco perché i bambini allattati al seno si ammalano meno

Ecco perché i bambini allattati al seno si ammalano meno

Ecco perché i bambini allattati al seno si ammalano meno

Per quale motivo i bambini allattati al seno si ammalano meno? A rispondere a questa domanda ci ha pensato un recente studio pubblicato sulla rivista scientifica Allergy e condotto dai membri dell’Università di Birmingham, i quali hanno scoperto quali meccanismi biologici si nascondono dietro gli effetti positivi a lungo termine dell’allattamento al seno.

Sappiamo già che i bambini che vengono allattati con il latte materno sperimentano significativi benefici sia durante l’infanzia che in età adulta. L’allattamento al seno è ad esempio associato a minori probabilità di sviluppare problemi e disturbi come asma, obesità e malattie autoimmuni.

Ma a cosa sarà dovuto un simile effetto? Per rispondere a questa domanda, i ricercatori hanno seguito per tre anni un campione di 38 mamme con i loro bambini. Tutti i partecipanti erano in perfetta salute. Sedici di queste donne avevano optato per un allattamento esclusivamente al seno. Nove bambini hanno invece ricevuto un’alimentazione mista. Infine, 13 bambini hanno ricevuto esclusivamente il latte artificiale.

Ebbene, dallo studio sarebbe emerso che un tipo specifico di cellule immunitarie, chiamate cellule T regolatorie, è maggiormente presente nei bambini allattati al seno durante le prime tre settimane di vita, rispetto a quelle registrate nei bambini alimentati solo con il latte artificiale. Tali cellule sarebbero presenti in livelli quasi doppi nei bambini alimentati con latte materno rispetto agli altri.

Anche i batteri sono collegati ai benefici dell’allattamento al seno

È inoltre emerso che dei batteri specifici, chiamati Veillonella e Gemella, che supportano le funzioni dei linfociti T regolatori, sono più abbondanti nell’intestino dei bambini allattati al seno. Potrebbe essere per questa ragione che i bambini allattati al seno hanno un sistema immunitario più forte.

Gli esperti si augurano che il loro studio possa quindi portare a un aumento dei tassi di allattamento al seno.

In questo modo speriamo di contribuire al benessere delle mamme e dei bambini che non possono ricevere il latte materno.

via | ScienceDaily
Foto di StockSnap da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social