Benessereblog Salute Malattie Papilloma virus, la diagnosi arriva con l’esame delle urine

Papilloma virus, la diagnosi arriva con l’esame delle urine

Novità interessanti per quello che riguarda la diagnosi del papilloma virus: il virus oggi può essere individuato con semplicità e rapidità semplicemente effettuando un esame delle urine.

Papilloma virus, la diagnosi arriva con l’esame delle urine

Per la diagnosi del Papilloma Virus potrebbe bastare da ora in poi un semplice esame delle urine. Finora l’hpv, il Papilloma Virus Umano, causa del tumore alla cervice uterina, veniva individuato esclusivamente attraverso il pap test. Ma uno studio condotto dalla London School of Medicine and Dentistry potrebbe rendere la sua individuazione ancora più semplice, con un esame meno invasivo, come le analisi delle urine.

Gli scienziati hanno infatti scoperto che i test delle urine possono aiutare a individuare il virus che è causa del cancro alla cervice uterina. Questo tipo di analisi, essendo molto più semplice e meno invasivo, potrebbe convincere anche tutte quelle donne restie a sottoporsi al pap test a monitorare comunque la situazione e scoprire in tempo l’eventuale presenza del papilloma virus. Secondo un recento sondaggio, infatti, il numero di giovani donne inglesi che si sottopone al pap test ogni tre anni è diminuito molto.

Con le analisi delle urine, le donne potrebbero essere maggiormente coinvolte nelle operazioni di screening del cancro. Lo studio ha analizzato 14 ricerche condotte su 1500 donne sessualmente attive: i ricercatori hanno scoperto che l’esame delle urine è in grado di rilevare due ceppi del virus, responsabili del 70% dei cancri alla cervice uterina. Inoltre ha scoperto l’87% dei casi positivi e il 94% di quelli negativi.

Secondo i ricercatori, l’esame delle urine dovrebbe essere considerato come uno degli strumenti per individuare il virus, in alternativa al pap test: la scelta potrebbe aumentare la copertura dello screening, invogliando più donne a sottoporsi agli esami, e potrebbe anche essere d’aiuto nei paesi più poveri.

Foto | da Flickr di pahowho

Via | Ansa

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.