Benessereblog Salute Palpebra che trema: cause e rimedi

Palpebra che trema: cause e rimedi

Molte le cause della palpebra che trema e molti anche i rimedi e le cure per far sì che tale disturbo cessi. Ecco cosa bisogna sapere di questo fastidio.

Palpebra che trema: cause e rimedi

Fonte immagine: Pixabay

Alzi la mano chi non abbia mai avvertito la palpebra che trema: prima di approfondirne cause e rimedi precisiamo subito che, se non accompagnata da altri sintomi, raramente è pericolosa.

Quando trema l’occhio cosa vuol dire? Che potremmo avere bisogno di rivedere alcuni aspetti del nostro stile di vita mettendo in pratica, dunque, dei comunissimi rimedi naturali che possono aiutare ad arginare tale situazione. Nonostante sia più comune nella superiore, non è raro che sia la palpebra inferiore che trema. Approfondiamo nel dettaglio da cosa può dipendere e cosa si può fare.

Palpebra che trema cause e rimedi
Fonte: Pixabay

Palpebra che trema, cos’è

La palpebra che trema, nota anche come contrazione palpebrale, è uno spasmo ripetitivo e involontario dei muscoli palpebrali (solitamente di quelli superiori). Nella maggior parte dei casi, tale disturbo è lieve e appena fastidioso, nulla di più.

In altri soggetti, invece, la contrazione può essere più intensa tanto da costringere, in chi la sperimenta, la chiusura di entrambe le palpebre. Si tratta, in genere, di episodi che durano pochissimi secondi e che possono essere isolati o verificarsi ad intermittenza per diversi giorni.

La maggior parte di tali spasmi si risolve da sola senza bisogno di cure.

Tipi

In relazione a tale disturbo, si distinguono almeno tre disturbi aventi in comune la contrazione delle palpebre. Questi includono:

  • Blefarospasmo: è un disturbo del movimento dei muscoli intorno all’occhio derivante dal sistema nervoso. Può essere collegato a un problema avente origine in una parte del cervello chiamata gangli e può avere origine ereditaria.
  • Spasmo emifacciale: probabilmente causato da un’irritazione del nervo facciale, tale condizione provoca contrazioni muscolari su un lato del viso, palpebre comprese.
  • Miochimia oculare (Contrazioni oculari): si tratta di una serie di contrazioni muscolari involontarie ed intermittenti – di durata variabile – che possono derivare da uno stato di ipereccitazione neuronale. Possono verificarsi sotto forma di spasmo unilaterale della palpebra inferiore o superiore o, occasionalmente, di entrambe le palpebre. In genere non sono preoccupanti e si risolvono da sole, senza farmaci, adottando alcuni piccoli accorgimenti. La miochimia oculare può essere causata dalla stanchezza, dall’assunzione di troppa caffeina o dallo stress.

Palpebra che trema, cause

La contrazione delle palpebre può avere diverse cause ed essere innescata da alcuni comuni fattori. Prima di passare all’elenco, un approfondimento meritano lo stress, la secchezza oculare ed il sovraccarico della vista. Il tremore all’occhio da stress è sicuramente la causa più diffusa: è determinato da una cattiva gestione delle pressioni esterne o di una stanchezza eccessiva.

La secchezza oculare può determinare la sensazione della pupilla che pulsa ed è più comune negli anziani, in chi utilizza le lenti a contatto, e in coloro che fanno sport come il nuoto, o nell’ambito dei quali si entra in contatto con il cloro. Infine, non meno importante, è il sovraccarico della vista comune a chi passa diverse ore al giorno davanti allo schermo del computer o a chi legge o studia senza la luce adatta. Altre cause, meno comuni, sono:

  • Assunzione di alcolici
  • Luce luminosa
  • Assunzione di troppa caffeina
  • Irritazione agli occhi
  • Stanchezza o mancanza di sonno
  • Stress
  • Congiuntivite
  • Episodi di emicrania
  • Sensibilità alla luce
  • Fatica
  • Irritazione della superficie oculare o delle palpebre interne
  • Fumo
  • Vento o inquinamento atmosferico
  • Luci intense

La palpebra che trema può essere un effetto collaterale legato all’assunzione di determinati farmaci, specie quelli prescritti per il morbo di Parkinson.

Palpebra che trema cause e rimedi
Fonte: Pixabay

Complicazioni

In casi più rari, la contrazione degli occhi può nascondere alcuni disturbi del cervello e del sistema nervoso. Ma a rendere più chiara la diagnosi è l’accompagnamento con altri sintomi o malesseri. I disturbi che possono causare contrazioni agli occhi includono:

  • Sclerosi multipla
  • Paralisi di Bell
  • Sindrome di Tourette
  • Distonia cervicale
  • Distonia
  • Distonia oromandibolare
  • Distonia facciale
  • Morbo di Parkinson

Palpebra che trema e sclerosi multipla

Si parla spesso di una correlazione tra palpebra che trema e sclerosi multipla. Lungi dal voler creare allarmismi, ciò che è noto è che la SM induce il sistema immunitario ad attaccare la guaina che protegge le fibre nervose, andando a danneggiare la corretta comunicazione tra il cervello e il resto del corpo. La mielina danneggiata può causare il deterioramento dei nervi causandone la demielinizzazione.

I primi segni che questa comporta includono spasmi muscolari e perdita della vista. Ciò, ovviamente, non significa affatto che avvertire la palpebra sinistra o destra che trema da giorni o da un mese sia un segnale di aver sviluppato la SM. Il consiglio, tuttavia, è quello di sentire il parere del medico qualora si verifichino contrazioni agli occhi unitamente ad uno dei sintomi comuni della SM.

Palpebra che trema e magnesio

La forma di contrazione oculare derivante dal blefarospasmo può avere come causa di origine una carenza di magnesio. Ciò in quanto tale minerale, nell’organismo, gioca un ruolo essenziale nella trasmissione muscolare dell’influsso nervoso e la gestione dello stress.

In condizioni di stress, l’organismo consuma magnesio, una volta esaurite le risorse, avviene un disequilibrio tra sali minerali al quale segue il rilascio di neuromediatori implicati nell’influsso nervoso. Quest’ultimo, agendo fuori dal controllo, dà vita ad una ipereccitabilità muscolare.

Palpebra che trema e Covid

In quanto a tale correlazione bisogna andare cauti. Ciò che sappiamo è che – come è stato dimostrato –  gli occhi possono essere un ricettore di virus, ed il Coronavirus non fa eccezione tanto che diversi sono i sintomi del Covid che li interessano. Tra questi c’è la congiuntivite da Covid o altri disturbi oftalmici.

Palpebra che trema e mal di testa

Un cenno merita, infine, il binomio palpebra che trema e mal di testa. Quest’ultimo è un disturbo che può avere diverse cause. Una delle più comuni è sicuramente la stanchezza, magari quella che segue un periodo di forte affaticamento o stress. In questo caso, non è azzardato collegare a tale genere di mal di testa delle contrazioni oculari.

Palpebra che trema, sintomi

La palpebra che trema solitamente non comporta altre manifestazioni che contrazioni o spasmi intorno agli occhi e/o spasmi facciali. Alla palpebra che trema possono associarsi altri sintomi oculari, come ad esempio la lacrimazione, l’affaticamento degli occhi, una visione offuscata o la secchezza oculare. C’è chi avverte anche una sensazione di corpo estraneo nell’occhio o una sensibilità spiccata nei confronti della luce. Non ultimi, gli occhi arrossati.

Palpebra che trema cause e rimedi
Fonte: Pixabay

Cura e rimedi

Come si fa a far passare il tremore della palpebra? I possibili trattamenti includono l’uso di colliri per evitare che gli occhi si secchino o iniezioni di tossina botulinica. Queste sono volte ad indebolire i muscoli che si contraggono.

Palpebra che trema, rimedi naturali

Nei casi più comuni, una contrazione palpebrale è solitamente un fastidio indolore che tende a scomparire con un po’ di riposo e relax. Laddove la palpebra che trema rimanga un episodio isolato nel tempo e non sia associato a sintomi, disturbi o altre patologie, il trattamento è piuttosto semplice e richiede semplicemente la correzione di determinate abitudini. I rimedi per la palpebra che trema, in questo caso, sono:

  • bere meno caffè
  • dormire un numero sufficiente di ore
  • mantenere gli occhi lubrificati con colliri specifici o lacrime artificiali
  • fare degli impacchi caldi sugli occhi
  • usare tecniche di rilassamento per ridurre l’affaticamento della vista
  • controllare la gradazione delle lenti degli occhiali
  • indossare gli occhiali da sole all’aperto anche in inverno

Quando preoccuparsi? Nel caso in cui il disturbo non dovesse scomparire e dovesse durare da più di una settimana, nel caso in cui gli spasmi coinvolgano anche altri muscoli del viso, nel caso in cui la palpebra dovesse chiudersi completamente o gli occhi fossero gonfi, rossi o producessero delle secrezioni, è fortemente consigliato contattare il medico. Il professionista si occuperà di effettuare una valutazione e, nel caso, di prescrivere accertamenti o cure specifiche per il disturbo lamentato.

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Calcolo del ciclo delle mestruazioni: cose da sapere
Corpo

Monitorare il proprio ciclo mestruale può risultare molto utile, perché ci permette di capire cosa è “normale” per noi, quando avviene l’ovulazione, e ci aiuta a individuare cambiamenti importanti da non trascurare. Fare il calcolo del ciclo delle mestruazioni ci aiuta, in poche parole, a conoscere meglio il nostro corpo.