Benessereblog Benessere Rimedi naturali Orzaiolo: rimedi naturali

Orzaiolo: rimedi naturali

Orzaiolo: rimedi naturali

Se sei in cerca di rimedi naturali per curare l’orzaiolo, di certo saprai bene che questa condizione può essere molto fastidiosa e dolorosa. L’orzaiolo è un’infiammazione che colpisce le ghiandole sebacee localizzate intorno alla zona delle ciglia. L’infezione può colpire diverse ghiandole. Quando coinvolge la ghiandola di Meibomio, ad esempio, potrebbe svilupparsi un orzaiolo sulla parte interna della palpebra.

Se invece l’infiammazione dovesse interessare la ghiandola di Zeis o di Moll, i sintomi dell’orzaiolo si manifesteranno nel lato esterno della palpebra, in corrispondenza delle ciglia. L’orzaiolo esterno è considerato il tipo più comune.

Normalmente l’occhio colpito da un orzaiolo si presenta con un’evidente protuberanza e un arrossamento della palpebra. Ma come far passare naturalmente l’orzaiolo? Esistono dei rimedi naturali per combattere questo fastidioso problema? Vediamo cosa bisogna sapere in merito a questa condizione, e scopriamo quali sono le cause e i rimedi più indicati per combatterla.

Sintomi dell’orzaiolo

Oltre al gonfiore e all’arrossamento lungo il bordo palpebrale (ovvero nell’attaccatura delle ciglia), l’orzaiolo può provocare una lunga serie di sintomi. Vediamo quali sono e come riconoscerli:

  • Rigonfiamento della palpebra (simile a un brufolo causato dall’acne)
  • Dolore localizzato sulla palpebra
  • Maggiore lacrimazione
  • Prurito
  • Fotofobia (sensibilità alla luce)
  • Sensazione di avere un corpo estraneo all’interno dell’occhio

Nei casi più severi, il paziente potrebbe manifestare anche febbre.

Diagnosi e conseguenze

In presenza di sintomi di questo tipo, è importante non sottovalutare il problema, ma rivolgersi al proprio oculista. Quest’ultimo potrà formulare la diagnosi di orzaiolo mediante una normale visita di controllo, e potrà quindi indicare il trattamento più adatto per favorire la guarigione.

Sebbene nella maggior parte dei casi l’orzaiolo tenda a guarire spontaneamente, senza il bisogno di alcun trattamento specifico, in altri casi si rende necessaria l’applicazione di farmaci antibiotici.

Il mancato trattamento della malattia potrebbe provocare lo sviluppo del calazio, una condizione che si manifesta con la formazione di una protuberanza localizzata sulla palpebra, e che è causata dall’ostruzione delle ghiandole sebacee di Meibomio. In presenza di calazio, spesso il trattamento più indicato è di tipo chirurgico.

Le cause dell’orzaiolo

Fonte: Pixabay

Generalmente un orzaiolo si presenta a causa di un’infezione batterica provocata dallo Stafilococco aureo. Alcune patologie aumentano il rischio di sviluppare questa condizione. Fra queste rientrano:

L’orzaiolo è una malattia molto contagiosa, per cui sarà importante rispettare le opportune norme igieniche e le regole di prevenzione, in modo da evitare di trasmetterlo ad altre persone e membri della famiglia.

Trattamento

Ma come faccio a far passare un orzaiolo? Normalmente questa condizione tende a regredire in maniera spontanea nell’arco di alcune settimane. Tuttavia, il medico potrebbe consigliare alcune strategie per far passare più in fretta l’orzaiolo. Se necessario, l’oculista ti prescriverà delle apposite creme o colliri antibiotici per ridurre l’infezione.

In presenza di orzaiolo ricorrente, il medico potrebbe consigliare l’assunzione di integratori di vitamina A e C, utili per prevenire il disturbo e migliorare la salute della pelle.

Si può schiacciare un orzaiolo?

Probabilmente su internet avrai letto che uno dei migliori rimedi naturali della nonna per far passare l’orzaiolo consiste nello schiacciare la parte gonfia e arrossata.

Come potrai intuire, si tratta di un consiglio poco efficace nonché pericoloso, in quanto in questo modo non faresti che aggravare la situazione, causando una maggiore diffusione dell’infezione e un’ulteriore irritazione della parte.

Orzaiolo: rimedi naturali

C’è chi elenca degli impacchi di acqua e sale fra i rimedi naturali per l’orzaiolo, chi consiglia di strofinare un anello d’oro sull’occhio e chi – come abbiamo visto – suggerisce invece di schiacciare l’orzaiolo come se fosse un brufolo.

Ma quanto c’è di vero (e sicuro) in questi rimedi fai da te? E quali sono i rimedi naturali davvero efficaci? Prima di optare per qualsiasi genere di rimedio fai da te, ti invitiamo a chiedere consiglio al tuo oculista. Quella degli occhi è una parte del viso estremamente delicata, e l’applicazione di alcuni prodotti potrebbe causare delle conseguenze anche gravi. Chiedi dunque consiglio allo specialista per evitare di correre rischi.

A questo punto, vediamo quali sono i migliori rimedi naturali contro l’orzaiolo.

Orzaiolo rimedi naturali: impacchi

Parliamo innanzitutto degli impacchi per l’orzaiolo. Come anticipato, è possibile eseguire questa operazione semplicemente usando dell’acqua calda e un panno di cotone.

Tieni a mente che l’impacco dovrebbe essere preparato con acqua non troppo calda, in modo da non irritare la parte. Applica un panno imbevuto con acqua tiepida e lascia in posa per 10-15 minuti. Esegui l’operazione almeno 3 volte al giorno.

Orzaiolo: rimedi naturali con la camomilla

orzaiolo rimedi naturali
Fonte: Pixabay

Anche la camomilla è indicata per l’applicazione di impacchi sulla zona colpita. Anche in questo caso, ti ricordiamo di usare un infuso tiepido e non bollente.

L’impacco dovrà essere applicato dopo aver pulito perfettamente la palpebra. Potrai applicare il panno imbevuto più volte al giorno per circa 10 minuti.
In alternativa, anche il tè verde sembra essere indicato per il trattamento dell’orzaiolo.

Orzaiolo rimedi naturali: tea tree oil

Il tea tree oil esercita funzioni antibatteriche e antimicotiche, ed è spesso indicato per il trattamento di condizioni e patologie della pelle.

Per questo motivo, alcune persone consigliano di applicare l’olio di tea tree sull’orzaiolo. Nello specifico, bisognerebbe versare un olio di mandorle su un batuffolo di cotone, quindi versare una goccia di tea tree oil e applicare sulla palpebra.

Il rimedio sembra essere efficace, tuttavia bisogna sottolineare che gli oli essenziali non dovrebbero mai essere applicati dentro l’occhio, per cui un simile rimedio naturale rischia di rivelarsi pericoloso in caso di una scorretta applicazione. Prima di optare per il tea tree oil per curare l’orzaiolo, chiedi dunque consiglio al tuo medico.

Aloe vera per curare l’orzaiolo

Un altro rimedio naturale spesso consigliato per trattare l’orzaiolo è quello a base di aloe vera. In questo caso, il consiglio è quello di applicare il gel puro sulla palpebra, in modo da rinfrescare la parte, alleviare il fastidio e favorire la guarigione.

Anche in questo caso, prima di optare per questo tipo di trattamento ti consigliamo di chiedere consiglio allo specialista.

Orzaiolo: rimedi naturali e oro

Cosa c’entra l’oro con i rimedi naturali per l’orzaiolo? Ancora una volta, navigando su internet probabilmente avrai trovato un consiglio molto bizzarro. Fra i rimedi della nonna per alleviare i sintomi di questa condizione vi è infatti quello di strofinare un oggetto d’oro sulla palpebra. Questo gesto dovrebbe ridurre il gonfiore e il fastidio, ma naturalmente si tratta di credenze popolari.

Tieni a mente che, nella maggior parte dei casi, l’orzaiolo sparisce in modo del tutto spontaneo nell’arco di una o due settimane, per cui basterà semplicemente mantenere pulita la parte e – secondo indicazioni del medico – applicare un impacco tiepido per attenuare i sintomi.

Prevenzione

Per prevenire un orzaiolo, la soluzione migliore è quella di evitare di toccare gli occhi se non si hanno le mani perfettamente pulite. Inoltre, è consigliabile rispettare sempre una buona igiene del viso ed evitare di usare trucchi scadenti o scaduti. Infine, evita di condividere i tuoi prodotti make up con altre persone.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare