Benessereblog Alimentazione Dieta sana Omega-3: le fonti vegetali non bastano?

Omega-3: le fonti vegetali non bastano?

Gli Omega-3 sono acidi grassi essenziali che dobbiamo integrare con l'alimentazione, in particolare da fonti animali.

Omega-3: le fonti vegetali non bastano?

C’è un gran dibattito sull’alimentazione: da una parte le diete etiche come il vegetarianesimo e il veganesimo si oppongono al consumo di proteine di origine animale; dall’altra sono in molti a sostenere che nutrirsi di sole fonti vegetali non consente un corretto apporto di nutrienti. Un articolo pubblicato sulla rivista American Journal of Clinical Nutrition sostiene che gli Omega 3 derivati da frutta e verdura non bastano.

Gli Omega-3 si dividono in 3 categorie: ALA, EPA e DHA. Il nostro organismo ha bisogno degli ultimi due, ma le fonti vegetali possono fornire soltanto il primo tipo. Allora per assumere Omega-3 bisogna per forza consumare proteine di origine animale e in particolare pesce? Secondo gli autori di questo studio no: il nostro organismo è in grado di compensare queste mancanze.

Nell’esperimento condotto presso la University of East Anglia in Inghilterra, gli scienziati hanno scoperto che il nostro corpo è in grado di ottimizzare la conversione di Omega-3 ALA in EPA e DHA, mantenendo anche per chi non consuma pesce dei valori normali. Se questi dati verranno confermati ulteriormente, sarà una buona notizia per i nostri mari, sempre meno popolati.

 

Via | Nutraingredients-usa.com

 

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Sciroppo di glucosio, fa male?
Cibi e bevande

Lo sciroppo di glucosio può comportare rischi per la salute quando consumato in eccesso. È una fonte concentrata di zuccheri semplici, principalmente glucosio, che può provocare un aumento dei livelli di zucchero nel sangue, favorendo l’obesità, il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache. Inoltre, il suo utilizzo frequente può contribuire alle carie dentali. Tuttavia, quando consumato con moderazione come parte di una dieta equilibrata, lo sciroppo di glucosio.