Benessereblog Salute Malattie Naso che cola? 10 possibili cause

Naso che cola? 10 possibili cause

Naso che cola? 10 possibili cause

Il naso che cola è una costante dei mesi più freddi, ma non sono solo le basse temperature o il classico raffreddore a costringerci e tirare costantemente fuori il fazzoletto. Particolarmente fastidioso, è una conseguenza della produzione di un eccesso di fluido o muco. Ma vi siete mai chiesti quali sono le possibili cause del naso che cola? Pensate che anche lo stress, la gravidanza o alcuni farmaci possono determinarlo. Vediamo nello specifico dieci motivi.

Naso che cola? 10 possibili cause

10 cause che stanno dietro il naso che cola

    1. Influenza. Infezione virale che colpisce il sistema respiratorio, tra i suoi sintomi più evidenti, ci sono naso che cola, starnuti e spesso mal di gola. In quanto infezione virale, l’influenza deve fare il suo corso.
    2. Freddo. Il collegamento è piuttosto semplice: l’aria fredda e secca irrita il rivestimento nasale. Le ghiandole qui presenti si difendono producendo più muco del normale per mantenere le cavità umide.
    3. Corpo estraneo nel naso. Si tratta di una causa piuttosto comune che può interessare sia i bambini (i quali sono particolarmente soggetti ad infilarsi palline di carta o sassolini nelle narici) che gli adulti, che possono inalare un insetto o qualsiasi altro piccolo oggetto involontariamente.
    4. Sostanze irritanti ambientali. Tali sono l’inquinamento, la polvere e il fumo, ma anche alcuni profumi e profumazioni (magari di prodotti che utilizziamo per la pulizia) che possono risultare particolarmente irritanti per le nostre delicate narici.
    5. Rinite non allergica. Ovvero la condizione di chi ha il naso che gocciola costantemente ma senza una reale ragione. Ed in questo caso non c’è poi molto che si possa fare, solo conviverci.
    6. Morbillo e rosolia. Entrambe malattie che colpiscono maggiormente i bambini, tra i loro sintomi iniziali, oltre una febbre più o meno leggera, c’è anche il naso che cola.
    7. Sinusite. Si tratta di un’irritazione o infezione del tessuto che riveste i seni paranasali. Naso chiuso o secrezione, sono tra i suoi sintomi. In questo caso è bene rivolgersi ad un medico il quale, molto probabilmente, prescriverà un antibiotico.
    8. Allergia agli animali domestici. Si può essere allergici al loro pelo o alla loro saliva. Purtroppo questa è una delle allergie più comuni, e mette a dura prova gli amanti degli animali.
    9. Febbre da fieno. Ovvero le allergie ai pollini tipiche della primavera, anche se non è detto che non possano manifestarsi anche in autunno/inverno a causa di alberi e piante che emettono minuscoli granelli di polline nell’aria.
    10. Raffreddore. Il comune raffreddore è tecnicamente un’infezione respiratoria virale rispetto alla quale gli antibiotici non servirebbero. Riposo e bere parecchi liquidi sono la migliore cura.

Via | health.howstuffworks.com

Photo | Pixabay

Seguici anche sui canali social