Benessereblog Salute Terapie e Cure Monuril: prezzo, perché si usa, posologia

Monuril: prezzo, perché si usa, posologia

Monuril: prezzo, perché si usa, posologia

Fonte immagine: Foto di bzndenis da Pixabay

Il Monuril è un antibiotico, uno dei più utilizzati per combattere le infezioni che colpiscono le basse vie urinarie. Nello specifico, questo farmaco viene consigliato per la cura delle cistiti (anche ricorrenti), sia negli adulti che nei bambini. Nel primo caso, sarà possibile assumere il Monuril 3g, mentre i bambini dovranno assumere invece le bustine da 2 grammi.

Questo farmaco è prodotto dalla casa farmaceutica Zambon, e contiene fosfomicina trometamolo.

La fosfomicina fa parte di quella categoria di farmaci ad ampio spettro chiamati agenti antimicrobici urinari, e viene impiegata per la cura di infezioni alle vie urinarie causate da germi sensibili a questo principio attivo. In particolar modo, il principio attivo aiuta a combattere batteri come Escherichia Coli, Enterobacter, Stafilococcus, Streptococcus e altri ceppi.

Il farmaco si presenta sotto forma di granulato per soluzione orale ed ha un colore bianco. Il prezzo al pubblico di questo farmaco è di circa 11 euro. Il generico costa invece circa 6 euro.

Ma quali sono esattamente gli effetti del Monuril ? E come e quando bisogna assumere questo farmaco? Vediamo tutto ciò che bisogna sapere prima di assumere questo trattamento.

Quando va preso il Monuril?

Come abbiamo visto, questo trattamento è indicato nei casi di cistite, e più nello specifico nella cura di condizioni come:

  • Cistite batterica acuta
  • Episodi acuti di cistite batterica recidivante
  • Sindrome uretro-vescicale batterica acuta
  • Uretrite batterica aspecifica
  • Batteriuria asintomatica, ovvero la presenza di batteri in elevate quantità nelle urine
  • Nel trattamento delle infezioni post-operatorie del tratto urinario
  • Nella prevenzione delle infezioni del tratto urinario in seguito a interventi chirurgici o procedure diagnostiche per via transuretrale.

Quando non deve essere usato Monuril?

Prima di assumere il Monuril, informa il medico in merito a qualsiasi altro farmaco che hai assunto di recente. Come spesso accade, anche nel caso del Monuril esistono delle circostante e delle condizioni in cui il farmaco non dovrebbe essere assunto. Nello specifico, non bisognerà usare il farmaco se si soffre di un’allergia alla fosfomicina o a uno degli altri componenti.

Gli eccipienti del Monuril sono: aroma di mandarino (contenente acacia), aroma di arancia (conenente maltodestrine), saccarina, saccarosio, sodio citrato tribasico diidrato.

L’assunzione è inoltre sconsigliata in caso di:

  • Gravi problemi ai reni
  • Difficoltà ad urinare
  • Se si è sottoposti a emodialisi (un processo in cui il sangue del paziente viene rimosso dal corpo e filtrato mediante una macchina)
  • Nei pazienti di età inferiore ai 12 anni: in tal caso non sarà possibile assumere il dosaggio da 3 grammi. I bambini dai 6 ai 12 anni potranno assumere il Monuril 2 g.
  • Bambini di età inferiore a 6 anni (questi ultimi non potranno assumere le bustine da 2 g).

Monuril in gravidanza e allattamento

Per le donne in gravidanza e quelle che stanno allattando al seno, l’assunzione di questo farmaco andrà valutata attentamente in base a una dettagliata analisi dei potenziali rischi e benefici. Come ben sappiamo infatti, durante la gravidanza e durante il periodo dell’allattamento è importante assumere farmaci solo se essenziali e se non rischiano di danneggiare la salute del bambino. La somministrazione dovrebbe essere quindi valutata attentamente dal proprio medico.

Posologia: quante bustine prendere?

Il dosaggio di questo farmaco dipenderà, come sempre, essenzialmente dalla condizione da trattare. In caso di infezioni acute alle basse vie urinarie il medico consiglierà ad esempio un’unica somministrazione.

Se devi sottoporti a degli interventi chirurgici locali o a manovre diagnostiche trans uretrali, il Monuril andrà assunto preventivamente per ridurre il rischio di infezioni urinarie. In tal caso, bisognerà assumerne due bustine a distanza di 24 ore l’una dall’altra.

In ogni caso, è importante assumere il farmaco lontano dai pasti (ad almeno due o tre ore di distanza dal pasto). Il motivo è molto semplice: il cibo tende a rallentare l’assorbimento della fosfomicina. Inoltre, se dovessi assumere il farmaco a stomaco pieno, potrebbe verificarsi una leggera riduzione dei picchi plasmatici e delle concentrazioni di urina.

Assumi dunque il Monuril a stomaco vuoto, preferibilmente prima di andare a dormire e dopo aver svuotato la vescica.

Monuril per bambini: come assumerlo?

I bambini non potranno assumere il Monuril da 3 g. In caso di pazienti di età superiore a 6 anni, sarà dunque indicata la bustina da 2 g in un’unica somministrazione.

Quanto tempo ci mette il Monuril a fare effetto?

Generalmente il farmaco tende a fare effetto nell’arco di 2 o 3 giorni. Se ciò non dovesse accadere, non sarà necessariamente indice di una mancata efficacia del trattamento. Probabilmente il paziente soffre infatti di altre condizioni infiammatorie delle quali sarà importante parlarne con il medico.

Come assumere il Monuril?

Monuril
Fonte: Foto di Ulrike Leone da Pixabay

Il farmaco, che come abbiamo visto si presenta in forma di granulato per soluzione orale, va assunto sciogliendo il contenuto della bustina in mezzo bicchiere di acqua (circa 50-75 ml). Mescola finché la soluzione non si sarà completamente disciolta e bevila immediatamente.

Questo medicinale deve essere assunto seguendo sempre le indicazioni che potrai trovare nel foglietto illustrativo e attenendoti alle indicazioni che ti avrà fornito il medico. Non interrompere il trattamento prima del termine prescritto, poiché in questo modo potresti comprometterne l’efficacia.

Cosa succede in caso di sovradosaggio?

Se dovessi assumere una dose di Monuril maggiore rispetto a quella indicata, avverti subito il medico o recati in ospedale. In situazioni del genere è infatti necessario favorire l’eliminazione del principio attivo attraverso l’urina, in primis mediante un’adeguata somministrazione di liquidi.

In caso di assunzione eccessiva del farmaco potresti riscontrare sintomi come:

  • Perdita di equilibrio
  • Problemi di udito
  • Sapore metallico in bocca
  • Riduzione della percezione del gusto.

Che fare se dimentico una dose di Monuril?

Se, al contrario, hai saltato una dose del farmaco, in tal caso non dovrai assumerne una dose doppia . Assumi il farmaco non appena te ne ricordi, e se il momento dovesse essere troppo ravvicinato rispetto alla dose successiva, non prendere la dose dimenticata e assumi direttamente la prossima nel momento prefissato. Per qualsiasi dubbio, contatta il tuo medico per maggiori chiarimenti.

Effetti indesiderati del Monuril

Come ogni farmaco, anche il Monuril può provocare dei possibili effetti indesiderati, alcuni più comuni, altri molto rari. Vediamo quali sono gli effetti che dovresti conoscere.

Effetti indesiderati comuni

  • Diarrea e nausea
  • Mal di testa
  • Vertigini: questo specifico effetto collaterale deve essere tenuto in seria considerazione se devi metterti alla guida di veicoli o se devi maneggiare dei macchinari potenzialmente pericolosi.
  • Infiammazione vaginale e della vulva

Effetti indesiderati non comuni

  • Vomito
  • Dolore addominale
  • Parestesia, formicolio e prurito
  • Eruzione cutanea
  • Affaticamento.

In casi molto o estremamente rari potrebbero verificarsi degli effetti indesiderati come superinfezioni da batteri resistenti, tachicardia, anemia aplastica (che comporta una riduzione del numero dei globuli rossi), disturbi alla vista, flebite, abbassamento della pressione, problemi respiratori, asma, gonfiore e reazioni allergiche.

Se dovessi manifestare simili reazioni, sospendi immediatamente l’assunzione del farmaco, informa il medico e recati in ospedale.

Conservazione e smaltimento

Il medicinale dovrà essere conservato lontano dalla portata dei bambini e non dovrà essere assunto oltre la data di scadenza che potrai trovare indicata sulla confezione. Se il farmaco dovesse essere scaduto, non gettarlo nei normali rifiuti domestici o – ancor peggio – nell’acqua di scarico, poiché così facendo potresti danneggiare l’ambiente. Chiedi invece al farmacista qual è la maniera corretta di eliminare questo farmaco.

Monuril: cosa devi sapere prima di assumerlo

Il monuril è uno dei farmaci più utilizzati per combattere le infezioni delle basse vie urinarie, e nello specifico per la cura delle cistiti (anche ricorrenti) sia negli adulti che nei bambini. I primi, potranno assumere il Monuril 3g, mentre i bambini dovranno assumere le bustine da 2 grammi.

Questo farmaco contiene il principio attivo fosfomicina trometamolo, che appartiene alla categoria di farmaci ad ampio spettro di attività chiamati agenti antimicrobici urinari. Prima di assumere il Monuril, informa il medico in merito a eventuali patologie e in merito all’eventuale assunzione di altri farmaci.

Il monuril si presenta sotto forma di granulato per soluzione orale e va assunto disciolto in mezzo bicchiere d’ acqua.

Il prezzo del Monuril è di circa 11 euro.

Seguici anche sui canali social