Benessereblog Benessere Psicologia Meno depressi grazie alla dieta mediterranea

Meno depressi grazie alla dieta mediterranea

Meno depressi grazie alla dieta mediterranea

Per quanto riguarda la longevità, noi italiani siamo nettamente al di sopra della media europea. E – statistiche a parte – il merito va alla nostra dieta mediterranea grazie alla quale non solo viviamo più a lungo, ma siamo anche più felici. Secondo i nutrizionisti, infatti, se la vita media di un uomo è di 78,6 anni e quella di una donna di 84,1 anni, lo si deve a pane, pasta, frutta, verdura, olio extravergine e il tradizionale bicchiere di vino.

E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare lo studio realizzato su oltre 10mila persone e pubblicato sulla rivista Archives of General Psychiatry (Jama). Lo studio dimostra come chi segue la dieta mediterranea ha un rischio inferiore del 30 per cento di soffrire di depressione rispetto a chi non mangia allo stesso modo. La dieta mediterranea si è dimostrata più efficace di altre variabili come numeri dei figli, stile di vita o il carattere ansioso o competitivo, secondo lo studio che è stato condotto per un periodo di ben sei anni.

A giovarsi della dieta mediterranea non è solo l’umore, ma la salute nel suo complesso. Lo dimostrano numerosi pubblicati sul British Medical Journal secondo i quali la dieta mediterranea riduce del 13 per cento l’incidenza del Parkinson e dell’Alzheimer, del 9 per cento quella per problemi cardiovascolari e del 6 per cento quella del cancro.

Via | Coldiretti
Foto | Flickr

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare