Benessereblog Salute Corpo Mastite al seno: i sintomi e come riconoscerla

Mastite al seno: i sintomi e come riconoscerla

Mastite al seno: i sintomi e come riconoscerla

Le donne in allattamento la conoscono e la temono, ma in verità la mastite al seno è un problema che non colpisce esclusivamente le neomamme. Se infatti la mastite puerperale è la forma più diffusa, questo tipo di infezione alla mammella può arrivare anche per altre cause. E sì, neppure gli uomini ne sono del tutto esenti, anche se in questi casi l’incidenza è molto minore rispetto alle donne.

Ma cos’è la mastite? Il termine fa riferimento ad un’infiammazione a carico del seno e in particolare della mammella, che porta a dolore localizzato e gonfiore. L’infezione in genere è a carico di batteri quali stafilococco e streptococchi. Le mamme in allattamento sono più soggette al problema in quanto il seno è decisamente più esposto al rischio di graffi ed escoriazioni.

Vediamo come riconoscere questo disturbo e come trattarlo.

Mastite: i sintomi

In genere la mastite colpisce solo uno dei due seni, che diventa caldo al tatto, oltre che doloroso e spesso anche arrossato. Si può presentare anche un lieve stato febbrile, indolenzimento generale del petto e il problema, per le puerpere, si verifica quasi sempre nei primi mesi dopo il parto. I sintomi includono:

  • Area gonfia localizzata sul seno
  • Noduli o aree dure sul seno
  • Bruciore al seno, durante o anche dopo l’allattamento (in caso di mastite puerperale)
  • Secrezioni dai capezzoli, bianche o striate di sangue

Trattandosi di un’infezione, come già detto, si possono verificare anche sintomi molto simili a quelli influenzali, come febbre, brividi e spossatezza.

Mastite: come trattarla

Innanzi tutto ricordiamoci di curare l’igiene e di usare detergenti non aggressivi per i nostri lavaggi, preferendo prodotti delicati e meglio ancora se biologici. Fino a che il problema persiste, evitiamo di indossare indumenti aderenti e reggiseni stretti, scegliendo capi morbidi e in tessuti naturali, come lino e cotone organico.

Il massaggio al seno può anche dare sollievo e docce e bagni caldi possono attenuare il dolore. Se il medico è d’accordo, possiamo assumere paracetamolo e ibuprofene per febbre e dolori. Riposo e assunzione di liquidi sono altri due modi semplici ed efficaci per contrastare il problema.

Gli antibiotici per curare la mastite al seno, che vanno necessariamente prescritti dal nostro dottore, in genere sono a base di Cefapirina o Amoxicillina. Ma, come detto, è essenziale che un professionista ci dia tempi e dosi corrette.

Foto | iStock

Seguici anche sui canali social