Benessereblog Salute Mangiare frutta essiccata fa bene? Gli effetti che non ti aspettavi

Mangiare frutta essiccata fa bene? Gli effetti che non ti aspettavi

Mangiare frutta essiccata fa bene? Gli effetti che non ti aspettavi

Mangiare frutta essiccata fa bene alla salute? Dipende. Molte persone ritengono che la frutta essiccata (mele, ananas, fichi e altri tipi di frutti) possa fare ingrassare. In realtà bisogna solo prestare attenzione ai prodotti che scegliamo e alle quantità. Se mangiata in modo corretto infatti, questo tipo di frutta può persino migliorare la nostra salute.

La conferma arriva da uno studio della Penn State, secondo cui le persone che mangiano frutta essiccata o disidratata tendono ad essere generalmente più sane rispetto a quelle che non la mangiano. A conti fatti dunque, questo genere di alimenti può far parte di una dieta sana. Ma attenzione, perché bisogna sapere quale tipo di frutta scegliere.

La frutta essiccata può essere un’ottima scelta per uno spuntino nutriente, ma i consumatori dovrebbero essere sicuri di scegliere versioni non zuccherate e senza zuccheri aggiunti. Anche le dimensioni delle porzioni possono essere complicate, perché una porzione di frutta essiccata è più piccola rispetto a una porzione di frutta fresca, poiché è stata tolta l’acqua.

La buona notizia è che mangiando questo tipo di frutta è comunque possibile aumentare l’apporto di nutrienti essenziali per la nostra salute. Tra l’altro, la frutta minimamente lavorata (come quella congelata, in scatola e essiccata) offre secondo gli autori alcuni vantaggi rispetto alla frutta fresca. Ad esempio è possibile trovarli sul mercato tutto l’anno, conservano le loro qualità e possono essere conservati con più facilità.

La frutta essiccata fa bene?

Mele essiccate

Per rispondere a questa domanda, gli autori dello studio hanno analizzato i dati di 25.590 partecipanti, i quali hanno fornito informazioni in merito alla loro alimentazione nelle precedenti 24 ore. Quindi, gli esperti hanno analizzato la salute dei partecipanti (compresi indice di massa corporea, circonferenza vita, pressione sanguigna e qualità generale della dieta).

Esaminando i dati raccolti, gli esperti hanno constatato che chi consumava frutta essiccata tendeva a seguire una dieta più sana rispetto a chi non la consumava. I partecipanti che prediligevano questo tipo di snack tendevano anche ad avere un IMC più basso rispetto agli altri. Tuttavia, è bene sottolinearlo, tendevano anche ad assumere più calorie nell’arco della giornata.

Nello specifico i ricercatori hanno osservato che nei giorni in cui i partecipanti mangiavano frutta disidratata, consumavano più carboidrati, fibre alimentari, potassio, grassi e calorie totali complessive. Ciò nonostante, presentavano comunque un IMC e una circonferenza della vita inferiori. Questo suggerisce che queste persone erano dunque fisicamente più attive rispetto a coloro che non consumavano questo tipo di alimento.

via | ScienceDaily
Foto di congerdesign da Pixabay
Foto di CSU-Extension da Pixabay

Le informazioni riportate su GreenStyle.it sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare