Benessereblog Salute L’origine della propoli

L’origine della propoli

L’origine della propoli

Ognuno di noi sa che la propoli è diventata di fondamentale importanza nella cura delle malattie da raffreddamento invernali, come tosse, mal di gola, ecc. Ma questa strana sostanza cos’è precisamente? E’ un surrogato del miele o cos’altro?

Il nome propoli sembra avere due origini: una greca da pro=avanti e polis=città e ciò è dovuto al fatto che le api accumulano quantità notevoli di propoli in prossimità dell’ingresso dell’alveare; la seconda latina da pro=per e polire=pulire, in quanto la propoli è utilizzata per verniciare l’interno e parte dell’esterno dell’alveare.

E fu proprio da queste due etimologie ed osservazioni che fu reso evidente il suo elevato potere antisettico ed ha preso origine l’uso di questa resina appiccicaticcia, il cui colore varia dal giallo al verde bruno e dal particolare odore aromatico.

Foto | Flickr

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare