Benessereblog Salute La scelta dell’Università dipende anche dal DNA

La scelta dell’Università dipende anche dal DNA

La scelta dell’università potrebbe dipendere anche dalla genetica? Forse si. Ecco cosa emerge da un nuovo studio.

La scelta dell’Università dipende anche dal DNA

La genetica gioca un ruolo importante nella scelta dell’Università da frequentare? A suggerirlo è un nuovo studio pubblicato dai membri del King’s College London, i quali spiegano che proprio dei fattori genetici potrebbero influire sulla scelta dell’università e sul rendimento accademico. I ricercatori hanno infatti scoperto che i fattori genetici spiegherebbero il 57% delle differenze nei risultati degli esami di livello superiore, e il 46% delle differenze nel rendimento accademico.

Hanno anche scoperto che la genetica influenza il 51% della differenza tra i giovani che scelgono di andare all’università e il 57% della differenza nella qualità dell’università scelta.

I nostri risultati

spiegano gli autori dello studio

dimostrano anche che la voglia dei giovani adulti di continuare con l’istruzione superiore è, in parte, influenzata dal loro DNA.

Per giungere a queste conclusioni, gli esperti hanno esaminato 3.000 coppie di gemelli del Regno Unito e 3.000 individui genotipizzati. Oltre ai dati già evidenziati, i ricercatori sono stati in grado di dimostrare un piccolo effetto genetico sul successo che i partecipanti avrebbero avuto all’università. Altri fattori che hanno un impatto sulla decisione di frequentare l’università, e quale scegliere, sono il contesto familiare e sociale in cui vivono i giovani studenti.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista Scientific Reports.


via | ScienceDaily, SkyTg24
Foto da iStock

Le informazioni riportate su Benessereblog sono di natura generale e non possono essere utilizzate per formulare indagini cliniche, non devono essere considerate come suggerimenti per la formulazione di una diagnosi, la determinazione di un trattamento, l’assunzione o la sospensione di un farmaco , non possono sostituire in alcun caso il consiglio di un medico generico, di uno specialista , di un dietologo o di un fisioterapista. L’utilizzo di tali informazioni e’ sotto la responsabilita’, il controllo e la discrezione unica dell’utente. Il sito non e’ in alcun caso responsabile del contenuto, delle informazioni, dei prodotti e dei servizi offerti dai siti ai quali greenstyle.it puo’ rimandare con link.

Seguici anche sui canali social

Ti potrebbe interessare

Pleurite: i sintomi da riconoscere subito
Malattie

La pleurite è un’infiammazione della pleura, una sottile membrana che riveste la cavità toracica e i polmoni. I sintomi più comuni sono dolore al petto, che può peggiorare con la tosse o con la respirazione profonda, e difficoltà respiratorie. Altri sintomi possono includere febbre, sudorazione notturna ed affaticamento. La pleurite può essere causata da un’infezione, come la polmonite, o da una malattia autoimmune. Alla comparsa dei primi segnali è opportuno contattare immediatamente il medico.